Pagelle

Le pagelle di Inter-Roma 1-0

medel romaHandanovic 6,5 Respingendo la palla sui piedi di Salah si crea i presupposti per un flipper esaltante quanto anche fortunoso. Anche in un’altra circostanza respinge male un tiro debole di Dzeko, mentre è bravo a rimanere in piedi in un altro uno contro uno con Salah.

D’ambrosio 6 Mancini ha il gusto del colpo di scena, anche se si era capito che non era soddisfatto di Santon. D’ambrosio evita un gol nel primo tempo con una spaccata miracolosa e difende bene senza farsi mai schiacciare.

Miranda 7 Con Murillo costituisce la coppia perfetta, lui è il cervello e Murillo il braccio, anche se ovviamente è una schematizzazione.

Murillo 7,5 Sì, certi suoi interventi ricordano Cordoba, leone dell’area di rigore questa sera non sbaglia nulla, trovando sempre il pallone e i tempi giusti.

Nagatomo 7 Partita dal livello di difficoltà altissimo, la Roma attacca sempre dalla sua parte e in massa, ma grazie anche all’aiuto dei compagni gioca una partita impeccabile leggendo sempre bene le situazioni e concedendosi qualche puntatina in avanti. In questi mesi deve essere stato dentro un enorme caricatore.

Brozovic 6,5 E’ il suo momento, sembrava dimenticato in panchina dopo le prime giornate, ma un giocatore così eclettico non poteva prima o poi non ritornare utile. Inesauribile, rifiata ad inizio ripresa, per poi riprendere quota nel finale.

Medel 7 Nessun giocatore della Roma tiene la posizione e lui deve leggere situazioni non facili andando a prendere il giocatore che si smarca. C’è anche lui ad aiutare Nagatomo negli ossessivi attacchi dalla destra della Roma. Poi arriva, inatteso, il gol, Rudiger e il portiere non fanno del loro meglio, ma il suo tiro è pulito e preciso.

murillo dzekoGuarin 6 Su di lui si potrebbe scrivere un trattato, si crea delle situazioni con la sua qualità e poi sciupa con scelte egoiste e poco lucide.

Perisic 6,5 Con Ljajic è una delle chiavi della partita con una fase difensiva perfetta, pagando in lucidità in fase di ripartenza.

Jovetic 6 Gioca da falso nueve dando sempre la sponda ai compagni ed è il primo difensore in fase di non possesso, capito Icardi? Peccato che finisca la benzina già dopo 45 minuti.

Ljajic 7 Come si dice in questi casi, ripaga la fiducia dell’allenatore con una prova della maturità, lui spesso criticato per lo scarso impegno e la scarsa disciplina, questa sera fa il doppio terzino con Nagatomo non lasciandolo mai solo e in avanti è il più mobile e reattivo.

Kondogbia 6 Non è la diga che era Medel nel primo tempo, ma gioca con maggiore personalità (subito un paio di lanci di 35 metri), più lucido e meno legato nei movimenti.

Palacio 6 Entra in campo ma non gestisce al meglio alcuni palloni e situazioni, ma nei minuti di recupero prima conquista un corner e poi una punizione che tengono lontano la Roma.

Ranocchia 6 C’è anche lui a reggere nel finale.