Le pagelle di Inter-Qarabag 2-0

icardi gol al qarabagCarrizo 5 Lo avevamo lasciato con la papera di Verona nell’ultima giornata del campionato scorso, si ripresenta andando nel pallone su un retropassaggio di Jesus. Possibile che non c’è un portiere italiano migliore di lui in circolazione? Al gol di Icardi non è chiaro se esulta o inveisce contro il pubblico. Chi lo ha raccomandato questo argentino?

Andreolli 5 Ancora non si è ripreso da Inter-Cagliari, basta poco per mandarlo in difficoltà e che fa con quella rimessa laterale dissennata che manda in porta il centravanti azero?

Ranocchia 6,5 Fa tutto per bene interpretando al meglio il ruolo di centrale nella difesa a tre. Prestazione da capitano.

Jesus 6 Bravo a chiudere due volte sul folkloristico Reynaldo, ma alla terza si fa superare troppo facilmente.

Nagatomo 5 Non dà segni di ripresa, continua questo inizio di stagione disastroso.

Hernanes 4 Venti milioni spesi bene, non c’è che dire, Lotito ancora ride.

M’vila 6 I ritmi bassi della partita lo aiutano, fa il compitino, in fase d’impostazione è nullo.

Kuzmanovic 5 Il pubblico se la prende con Wil il Coyote Kuz, che non ne azzecca una, ma almeno non è stato strapagato come Hernanes.

D’ambrosio 6 Buon primo tempo, oltre al gol tanto lavoro sulla fascia, ma non sempre cross giocabili per gli attaccanti. Nella ripresa non ha più fiato e Gurbanov gli rende pan per focaccia.

Guarin 5,5 Ci mette grinta, ma contro una difesa così perforabile ci si aspetta di più.

Icardi 6,5 Nel primo tempo non gli arriva un pallone giocabile, nella ripresa la difesa gliene regala uno e si rende subito pericoloso, poi prima fallisce il raddoppio, poi si riscatta andando a segno anche oggi.

Osvaldo 6 Un assist anche oggi, un po’ superficiale in certe circostanze.

Obi 6 Dà sostanza e corsa al centrocampo.

Medel 5,5 Non impatta sulla partita.

 

2 thoughts on “Le pagelle di Inter-Qarabag 2-0

  1. Troppo buono con M’Vila. Giocatore insignificante. Lento, macchinoso, zero geometrie. Doveva essere il grande colpo di Ausilio ma temo che sarà un buco nell’acqua. Già da come corre si capisce che non può giocare ad alti ritmi, fa il passaggino orizzontale a 3 metri e si ferma li.
    Neanche paragonabile al vero Cambiasso e purtroppo neanche a quello di oggi del Leicester dove sta facendo ancora molto bene. Penso che anche a 40 anni Cambiasso sia più forte di questo M’Vila!

    1. M’Vila è un metodista. Non ci possiamo aspettare giocate geniali ma un accettabile rendimento abbinato a un efficiente ordine tattico. Certo una maggiore partecipazione alla fase offensiva sarebbe gradita. Piuttosto parlerei del presunto Profeta perso nel deserto a farneticare come un’eremita a dispetto del suo lauto stipendio.
      Dovrebbe essere lui a far girare la squadra. Invece fa girare qualcos’altro ai tifosi.

Lascia un commento