Le pagelle di Inter-Hellas 1-0

melo urloHandanovic 5,5 Graziato dalla traversa di Sala, si fa sorprendere dal tiro di Siligardi, violento ma centrale, respingendo centralmente. Non ha occasioni di riscattarsi.

Santon 6 Arrivato a questo momento della sua seconda avventura in nerazzurro, probabilmente Mancini si aspetta da lui un salto di qualità, non basta più giocare complessivamente senza sbavature. Ad ogni modo partita di grande abnegazione al servizio della squadra, per la quale gioca prima da terzino destro, poi da centrale di destra nella difesa a tre con buoni risultati, e infine esterno sinistro.

Miranda 6,5 Torna il maestro dell’arte difensiva dopo due turni di stop. Partita senza particolari sbavature e con alcuni interventi pregevoli.

Medel 7 Grinta, grinta pura. In serate come queste si capisce la dichiarazione di Mancini sul fatto che ci vorrebbero undici Medel. Non si capisce perchè invece un difensore così abbia fatto il centrocampista per due anni. La sua personalità impone al guardalinee di alzare la bandierina per un fallo ai suoi danni.

Telles 6 Ha un gran dribbling, ma si fa anche dribblare. Difettoso in difesa, batte i calci piazzati alla grande, ma quando viene avanzato esterno di centrocampo nel 3-4-1-2 ci si aspettava forse un po’ più d’intraprendenza. Comunque buona prova.

Guarin 6 Partita ordinata, qualche errore, ma di eccezionale solo un gran lancio nel secondo tempo. Fa comunque un gran lavoro oscuro nel bloccare la transizione del Verona.

perisic-contrastato-da-sala-durante-la-partita-tra-inter-e-veronaMelo 6,5 Ha ragione Mancini, in realtà commette pochi falli, meno di quanto la gente pensa. Spende intelligentemente il giallo al 90′ con un fallo tattico. Procura l’infortunio a Pazzini, ma in maniera del tutto fortuita. Se qualche compagno difetta in personalità, lui eccede, andando in attacco spesso lasciando i due centrali scoperti dietro. Il tempo preso ad Albertazzi e lo stacco che decide la partita è perfetto, ma incensarlo eccessivamente sarebbe sbagliato, non è stata una partita perfetta, con diverse imprecisioni.

Kondogbia 6 Un altro passo in avanti sul piano della personalità, non è ancora esplosivo, è ingenuo nella fase difensiva, ma sempre in crescita.

Ljajic 5,5 Paga lo scotto dell’esordio a San Siro, svaria su tutto il fronte offensivo, ma a rimanere spaesato è lui più degli avversari.

Icardi 5,5 In partite come queste ormai ci si aspetta da lui che venga a dialogare coi compagni e non aspetti la palla in area per tutta la partita.

Perisic 6 Attaccante moderno, che va a fare il primo pressing quando gli avversari recuperano palla, cosa inconsueta per l’Inter che potrà diventare una buona abitudine. Alla terza in nerazzurro forse ci si aspettava qualche giocata in più, dà il meglio di sè vicino al fondo, non è killer in area. Utile tatticamente come trequartista centrale in fase difensiva.

Jovetic 6 Tre giocate d’alta scuola per i compagni, poi pasticcia mancando il colpo del ko.

Biabiany 6 Gradita sorpresa vederlo in campo. Come esterno nel 3-4-1-2 concede in fase difensiva, si rende pericoloso in attacco con una discesa sul fondo, nel finale copre tutta la fascia facendo il terzino e ripartendo in contropiede.

Ranocchia sv

MVP Verona

Sala 7 Si capisce perchè Mancini lo voleva all’Inter, terzino destro che stasera ha giocato interno destro, potente nelle ripartenze, aggressivo in fase difensiva, sfortunato sulla traversa. Deve lasciare per infortunio.

17 thoughts on “Le pagelle di Inter-Hellas 1-0

  1. Ammetto di essere un pò in difficoltà nel commentare questa inter e quindi non mi unisco al coro degli elogi sperticati alla squadra e a Mancini.
    Anche oggi, a mio parere, la squadra è stata a tratti inguardabile. Nel vedere quel centrocampo muscolare (sei stato troppo generoso con Guarin e Kondo che sono stati insufficienti) mi è scesa una lacrimuccia nel pensare a cosa poteva dare Kovacic a questa squadra.
    Abbiamo affrontato una squadra decimata dagli infortuni e dalle squalifiche e per vincere abbiamo avuto ancora bisogno dello stellone del Mancio, praticamente immancabile in queste prime 5 partite…traversa di Sala e immediata rete di Melo (sta avendo ragione Mancini anche se bisogna vederlo sul lungo periodo, ma per favore non facciamolo diventare un idolo adesso!)
    Quando ho visto il calendario ad agosto ho pensato che l’inter se voleva puntare in alto doveva fare minimo 13 punti nelle prime 5 partite perchè oggettivamente l’inizio era molto favorevole, quindi non sono troppo esaltato nel vedere la classifica.
    Prima di dare un parere definitivo sulle reali potenzialità della squadra, bisogna vederla in test più impegnativi. Domenica sera contro la Fiorentina potremo dire se questa squadra può puntare veramente allo scudetto!

  2. Io sinceramente sto aspettando Mourinho, perché mi sa che si sta ripetendo un po’ tutto: vinci lo scudetto, esci dalla tanto agonista Champions in maniera estremamente shoccante, e qualcosa accadrà.. Poi magari sono solo pessimista..

  3. andrò controcorrente ma per me Icardi è una palla al piede per la squadra,macchinoso e prevedibile aspetta solo i palloni in area …deve vedere molte cassette di Higuain e imparare tante cose come goleador e come si aiuta la squadra partecipando al gioco.

    1. concordo, in Italia abbiamo la brutta abitudine di esaltare dei giocatori come Icardi che sono dei buoni attaccanti per il campionato italiano ma che non sono di livello europeo.
      Quelli del Bayern hanno ragione di esaltarsi…dopo quello che ha fatto Lewandowski, 5 gol in 9 minuti da subentrato nel secondo tempo, uno più bello dell’altro!!
      A mio parere il polacco, dopo martedì, entra di diritto fra i primi 3 centravanti più forti degli ultimi vent’anni! Non mi era mai capitato di vedere una cosa del genere!
      Icardi deve migliorare ancora molto per raggiungere quel livello…anche se nutro seri dubbi sul fatto che possa solo avvicinarsi al livello di gioco di Lewandowski

  4. Ragazzi a leggere i commenti sembra che siamo in zona retrocessione! L’anno scorso perdevamo ,quest’anno pare meglio e comunque c’è sempre pessimismo! Io credo che l’obiettivo sia quello del terzo posto,ciò che va oltre sarebbe un qualcosa in più! Tuttavia ricordo che kovacic è stato venduto per motivi di bilancio…con quei soldi abbiamo preso Miranda murillo jovetic e perisic grazie a pagamenti e formule particolari! Quindi direi che qualche miglioramento possa esserci stato! A me sinceramente sembra che ogni volta si debba sempre e comunque dire che qualcosa non vada…inoltre ho letto commenti di dispiacere per la partenza di hernanes…non mi sembra stia rendendo chissà cosa! Sempre criticato.amato solo quando è stato ceduto! Non dico che esser acritici sia giusto…però godersi 5 vittorie di fila dopo anni…non sarebbe male! Infine: sono un fan di kovacic,l’ho conosciuto e resto convinto che diventerà un BIG…però fino ad oggi o faceva partite spettacolari o era assente ingiustificato! E poi ricordiamoci a che cifra è stato venduto! Poi ovvio se fossimo in salute finanziaria non avrenmo venduto nessuno,ma se tutto fosse così facile

    1. Con i soldi di Kovacic abbiamo preso il solo Kondogbia…io continuo a credere che cedere il talento croato sia stata una vera follia! Nello stesso giorno ho visto prima inter-verona e poi mi son guardato il real contro il Bilbao… centrocampo a 3 con Kroos, Modric e Kovacic, spettacolo puro!
      Per carità, sono scelte…io continuo a preferire un centrocampo tecnico e di palleggiatori piuttosto che un centrocampo muscolare e di corsa. La storia del calcio insegna che si può vincere sia con uno che con l’altro…però non mi venite a parlare di bel calcio e sopratutto Mancini non si può risentire quando gli dicono che l’inter non gioca bene!!

  5. Il Real 15 anni fa aveva voluto Zanetti, approfittando del caos che c’era nell’Inter. Se lo avessero ceduto sarebbe stato un errore ingiustificabile. Per lo stesso identico principio considero ingiustificabile anche la cessione di Kovacic. Che poi pare che sia stato Zanetti a rifiutarsi di andare secondo quel che dice lui. Magari l’Inter avrebbe veramente lasciato andare Zanetti. Pazza Inter veramente…

  6. Direi che lewandosky sia tra i primi 3 attaccanti degli ultimi 20 mi sembra un po’ strano: ronaldo Raul henry eto’o Trezeguet ibra sono solo i primi che mi vengono in mente….e non scherziamo dai! Su mateo dico che per primo non l’avrei ceduto,ripeto che l’ho conosciuto e per me era un idolo,tuttavia aveva dei difetti e seppure non solo per colpa sua non ha reso sempre al meglio! Comunque non paragonate la liga alla serie a ….ronaldo passo da 34 gol del 1996-97 a 25 in Italia nel 97-98…ovvio che uno come kova in Spagna vada alla grande! Però,anche se non è il più bello,continuo a pensare che vincere l serie a sia più difficile di liga e Bundesliga! Per la premier e’ già diverso! Anche se l’intelligenza dei tecnici italiani….non ce l’ha nessuno,come testimoniano i dati di fatto

    1. mi sono spiegato male…intendevo dire fra i classici centravanti dotati di centimetri e fisicità, tu hai citato attaccanti anche in grado di giocare sugli esterni con caratteristiche di velocità o fenomeni assoluti come Ronaldo.
      Vieri, Batistuta, Crespo, Van Nistelrooy, Trezeguet, Shevchenko…Lewandowski è uno dei centravanti più completi che abbia mai visto e non ha nulla da invidiare ai 6 che ho citato

  7. Si ma al di la di dire: “io non vendo quello o io compro quell’altro”….bisogna considerare che 15 anni fa l’Inter poteva comprare quasi ogni giocatore a piacimento,oggi invece la situazione e’ leggermente diversa! E’ come paragonare mourinho o anche il primo periodo di mancini con la situazione attuale: prima più o meno(perché da quando Moratti e’ divenuto azionita al 97% non ha più speso come prima e cioe dal 2005) si comprava quasi tutto o comunque erano 2-3-4 giocatori tra cui scegliere,oggi si fanno liste di 7-8 perché magari i primi sono imprendibili per diversi motivi….quindi RIPETO PER CERTO che nessuno avrebbe venduto mateo e nemmno shaqiri ….pero ci sono dei conti da rispettare! Lo stesso shaqiri ha riferito così…poi se si vuole dire che la società per forza sbaglia…diciamolo

  8. è una questione di scelte… mille teorie inutili non servono.. sopra l’Inter ci sono poche squadre al mondo.. saranno sei o sette… sotto l’Inter ce ne saranno seicento o settecento.. Se non riesci a fare bene all’Inter significa che hai bisogno di andare in un club tipo real Barcellona e Bayer monaco.. quindi è meglio cambiare mestiere se si è cosi limitati.. uo la vedo cosi

    1. tutto si può giustificare… a me non diverte giustificare chi ha 90 milioni di passivo relativo all’anno scorso.. se non basta 90 milioni per arrivare terzi comorateci Bale con quei soldi.. e andatevene.. ci porta Bale al terzo posto.. non ci vuole un genio..

  9. Non ho capito la questione del dover cambiare squadra se si è limitati…???
    Comunque parlare di disavanzo di 90mln e quindi pensare immediatamente che per avere tale risultato tanto vale prendere bale….non ha senso,anzi! Onestamente non è così immediato e semplice fare un bilancio e rispettare certi parametri,e lo dico,senza voler insegnare nulla a nessuno,da prossimo laureando in girisprudeNza che punta a dare una tesi sul Ffp applicato Alle squadre di calcio con specifico esempio del caso Inter!

    1. PS ho detto mille volte che preferivo Cavani alla solita pioggia di rinforzi, e non mi ha mai detto niente nessuno. Basta cambiare il nome di Cavani con quello di Bale per far cadere la teoria…

  10. Tranquillo Francesco è bello discutere e parlare sennò diventiamo come i bilanisti che celebrano il culto di re-sole Silvio da decenni!!! Comunque chiosando sull’argomento dico che vedendo le cose,non solo dall’esterno come facevo prima,ma anche dall’interno,non è sempre tutto semplice e lo stesso ausilio con Mancio e thohir erano iper dispiaciuti per mateo! Però prima o poi bisognerà uscire dai debiti morattiani…altrimenti andremo avanti così per decenni,quindi bisognava vendere e lo ribadisco che se fossero arrivate offerte per altri(guarin handa) ovviamente offerte pesanti…mateo mai sarebbe andato via! Comunque ️speriamo per stasera visti i risultati

Lascia un commento