Calciomercato

L’addio di Thohir e nuovi sponsor possono sbloccare il mercato nerazzurro

zhang-thohir-nel-palazzoSi è chiuso il summit in Cina, Pioli e Ausilio stanno facendo ritorno in Italia. Domani l’allenatore guiderà una doppia seduta di allenamento della squadra, che intanto ha già ripreso ad allenarsi, presente anche Medel, sulla via del recupero. Gli altri sudamericani e Nagatomo invece arriveranno anche loro domani. Intanto, gazzetta.it e altri siti sportivi riportano quella che sarebbe la strategia per il mercato di gennaio. La Suning punta ad incassare una buona cifra dalla cessione di Jovetic, da reinvestire in un acquisto a centrocampo, dove è già “prenotato” Lucas Leiva, sul quale però permane ancora qualche dubbio e che comunque arriverebbe in prestito. Ci sarebbero quindi i margini per un altro inserimento in mediana. (Continua sotto)

Dalla rosea peraltro arrivano altre indiscrezioni, l’Inter punta a fare plusvalenze di 35 milioni in questa sessione di mercato, dunque oltre a Jovetic sarebbe in arrivo un’altra cessione pesante, in modo da essere in regola coi parametri FPF per poter essere più liberi da giugno. Ma in realtà due fattori sbloccherebbero ancor di più il mercato: Uno è l’addio di Thohir, se l’indonesiano lasciasse nei prossimi mesi scatterebbe il “principio della discontinuità” che allenterebbe ulteriormente i lacci dell’Uefa, senza dimenticare anche che l’uscita dell’attuale presidente toglierebbe dalla scena una figura che è sempre stata molto ligia e rigida sul piano del bilancio, quasi più realista del Re in termini di Fair play finanziario. Ma il vero colpo di Suning sarebbero alcuni contratti di sponsorizzazione che – sempre secondo il giornale milanese – sarebbero vicinissimi a chiudersi, facendo lievitare i ricavi e i margini di manovra.