Editoriali

La svolta che c’è già stata

Cluj, Fiorentina, ancora Cluj e poi Milan. Dovevano essere le partite della verità, i play off per il terzo posto, ma la serata di Firenze ha spazzato via tutto. Qualcuno parla del prossimo derby come della partita della svolta, ma la sensazione è che la svolta ci sia già stata, a Firenze, ma in senso negativo e definitivo. Sì perchè ammettiamo anche di vincere il derby, ammettiamo persino che Cambiasso, Zanetti, Stankovic ritrovino una forma accettabile in questi ultimi tre mesi, che Samuel ritorni per il finale di campionato. E quindi? Si può pensare di riproporre questa ossatura facendo finta di non vedere che questi giocatori non possono più tenere per i 9 mesi di una stagione? Che possono dare solo un contributo altalenante e part-time? Comunque vada questo finale di stagione, la squadra dovrà essere ricostruita dalle fondamenta l’estate prossima. L’impressione invece è che la società oltre a non avere un chiaro progetto per il futuro (l’annunciato mix di giovani e anziani si è risolto nella cessione di quasi tutti i giovani) viva ormai in un passato cristallizzato, fermo al 2010, e si prospetti un’altra stagione di transizione senza obbiettivi. Sarebbe la terza consecutiva.