La storia e la telenovela

mancini in usaL’atteso incontro tra Mancini e la proprietà cinese è saltato. Il tecnico ha preferito una passeggiatina nella grande Mela, mentre dopo un mese di assenza sbarcavano in America 35 dirigenti per un meeting che manco il comitato centrale del Pcus, e poi via con la cena di gala. Come nelle telenovelas sembra sempre che sta per succedere qualcosa di importantissimo e poi tutto viene rimandato alla puntata successiva. (Continua)

Per il momento quindi si rimane così, ma i nodi non sono venuti al pettine e in Olanda affermano con sicurezza che c’è già un’offerta ufficiale dell’Inter a De Boer. La gente gode nel vedere il Vip Mancini umiliato, pensa che sta facendo i capricci, ma siamo sicuri che Joao Mario sia meglio di Candreva? Siamo sicuri che all’Inter servano altri giovani talentuosi, ma immaturi alla Icardi, e non due-tre profili d’esperienza per fare il salto di qualità e iniziare a colmare il gap con la Juve? Davvero pensiamo che i cinesi e Thohir capiscano più di calcio di Mancini o non siano solo attratti dalle plusvalenze future che si possono fare acquistando tanti giovani oggi? La luna di miele tra molti tifosi e la nuova proprietà, unita all’antipatìa per Mancini, rischiano di far trovare affascinanti paroloni vuoti come piano quinquennale, progetto a lungo termine, ma l’Inter ha sempre avuto presidenti che attrezzavano la squadra per vincere, non temporeggiatori che sulla riva del fiume aspettano di veder passare il cadavere dei nemici. La mancanza di chiarezza è stato un altro aspetto fondamentale di questa vicenda. Probabilmente i cinesi, ma nemmeno Thohir, non hanno ancora capito che il calcio in Italia si vive tutti i giorni e dal momento che è emerso il malessere di Mancini, erano i primi di luglio, non puoi dire ci vediamo il 27 luglio a New York, lasciando tre settimane di vuoto. Forse i cinesi hanno pensato che i tifosi erano in vacanza e d’estate non si occupano di calcio, ma non è così. Per altri è Mancini che doveva stare zitto e non sollevare il problema, perchè in fondo la squadra è già da terzo posto e questa ormai è la dimensione dell’Inter, lottare per un piazzamento in Europa senza più pensare allo scudetto. Ma la storia dice altro.

5 thoughts on “La storia e la telenovela

  1. Sai come andrà a finire? I cinesi prendono Candreva e altri due giocatori e cacciano Mancini…
    La proprietà cinese non mi sta convincendo ma il comportamento di Mancini non mi sta piacendo per nulla!! Se non gli sta bene, che si dimetta!! Altrimenti giù il groppone, sorrisi ed entusiasmo!!
    Ma mi sembra che l’unico sponsor rimasto di Mancini sia Felipe Melo, e ho detto tutto…
    Fra i tifosi c’è un sentimento anti-Mancini che sta montando giorno dopo giorno… il suo comportamento da bambino viziato e capriccioso non aiuta certamente…
    Secondo me si vuole far cacciare!!
    De Boer mi affascina! Ormai dello jesino conosciamo i pochi pregi e i molti difetti!! Non è più neanche una minestra riscaldata, è il minestrone di mia mamma che è in frigo da tre giorni!!
    De Boer non lo conosco come allenatore ma non penso possa fare peggio del 2016 dello jesino!!
    Mi sembra strano che dall’Olanda se se escano con questa storia di De Boer se non hanno avuto delle fonti dirette! Per me stanno solo aspettando la fine delle tournèe americana per dare il benservito a Mancini!

  2. Secondo me Mancini dovrebbe riconoscere i suoi errori per aver fatto”sperperare”il capitale della società,con gli acquisti di giocatori inutili e poi ceduti: Saquiri,Podolski,Ljalic,Felipe Melo,Telles,ecc. Gli attuali proprietari cinesi non sono stupidi,si saranno informati sul passato fallimentare della squadra,e quindi hanno pensato bene di mettere Mancini in condizioni di non”nuocere”.Se la nuova proprietà ha deciso di investire sui giovani calciatori,ben vengano,come allenatore prenderei il giovane Di Francesco(Sassuolo),il quale sa come far giocare la squadra, e fare un progetto a lunga durata. Non sarei d’accordo prendere un allenatore come De Boer, perché il nostro calcio è diverso da quello che lui conosce,e ci vorrà più tempo affinché possa capirlo.

  3. condivisibile: stiamo parlando di un comportamento “bambinesco” e te lo puoi aspettare da un giocatore di 20 anni ma non uno di 50 superpagato.
    La cosa assurda è che gli allenatori sono cacciati per molto meno, e questo evidenzia l’assenza, il vuoto di potere che sta vivendo l’inter.

  4. Per carità, e questo signore dovrebbe essere il “capitano” dell’Inter?…Mancini che fa lo smorfiosetto….ma come siamo caduti in basso….questa non è gente da Inter….Occorre ricordare che l’Inter rappresenta una cultura, uno stile, una identità che è ben diversa da quella che sta emergendo in questo ultimo periodo…Chi la deve rappresentare deve esserne eticamente all’altezza. Sono sconcertato…La società farebbe un grande errore se non prendesse i 60milioni dal Napoli…anche aumentando l’ingaggio, fra un anno si ritornerebbe allo stesso refrain…E’ gente senza scrupoli…Potevano chiedere l’adeguamento ma con un altro stile…Poi c’è un altro problema: l’assenza di un linguaggio, non solo comunicativo, ma anche estetico; l’Inter è una società “liquida”, impalpabile…inconsistente…ma Zanetti, quando la finirà di fare la bella figurina?

  5. Per Icardi 60 milioni sono tanta roba! Il problema è sostituirlo, per questo la società sta continuando a fare muro!
    Icardi non mi fa impazzire ma un conto è pianificare la sua cessione, un altro è trovarsi ad agosto a cercare una prima punta di livello sul mercato!
    Per quanto riguarda Mancini, non so se riuscirà a fare l’incantatore di serpenti con i cinesi, e strapperà il rinnovo di contratto… nelle public relations è un fenomeno, un pò meno sul campo!
    Se dovessero rimanere entrambi, prevedo grosse turbolenze a San Siro la prossima stagione! Il comportamento di Icardi è pessimo, non da capitano (addirittura si rifiuta di scendere in campo), e il malmostoso Mancini non ci sta facendo passare una bella estate!! Deve mettersi in testa che prima di tutto viene l’inter, dei suoi capricci ne facciamo volentieri a meno!!
    Non voglio fare l’uccello del malaugurio ma se dovesse rimanere ci avviamo ad una stagione in stile Mazzarri-bis! Ergo, non arriva a novembre!!
    Non è da sottovalutare l’impatto del pubblico interista! Sento un’aria strana nei confronti di Mancini… il credito che aveva se l’è giocato tutto, adesso nei suoi confronti c’è un sentimento di delusione e rabbia!
    E conoscendo la permalosità del soggetto, prepariamoci ad un’altra stagione diciamo molto complicata, per usare un eufemismo…

Lascia un commento