La Fiorentina merita il terzo posto

Il rinvio di Sampdoria-Inter permette di rifiatare ed anche di dare una panoramica delle rivali per un posto in Europa. La giornata è tutt’altro che positiva, vincono tutte tranne la Lazio. Il Milan, ancora frastornato dalla lezione di calcio patita a Barcellona, regola il Palermo in qualche modo andando in vantaggio dopo quattro minuti grazie alla dabbenaggine di Aronica, che strattona Balotelli in area e regala un rigore ai rossoneri. Poi un altro regalo del portiere rosanero permette a Balotelli di raddoppiare. In mezzo il consueto favore arbitrale, l’espulsione mancata per Zapata, che ferma di mano una chiara occasione da rete. Milan che si è confermato una squadra di assoluta normalità, che con una serie di vittorie risicate condite da spinte arbitrali ha costruito il suo vantaggio. Ha perciò ragione Galliani, chi davvero impressiona è la Fiorentina, ben più del Milan, e non certo perchè abbia un calendario più facile, ma di calendari se ne intende meglio Galliani. Ieri ha battuto il Genoa 3-2 e si conferma la squadra che gioca il miglior calcio della serie A, al netto degli svarioni difensivi. Sono i viola a meritare il terzo posto. Ora sono quattro punti sopra l’Inter e rappresentano un vero dito nella piaga per noi, essendo la conferma che si può costruire un progetto con pochi soldi in sede di calcio mercato. I viola hanno tutto quello che manca e servirebbe all’Inter: Un regista (quel Pizzaro che fu voluto da Mancini all’Inter), affiancato da mezz’ale di qualità (Aquilani e Borja Valero), un terzino che sa crossare (Pasqual), un’ala che sa saltare l’uomo (Quadrado) e una grande promessa in attacco (Jovetic). E’ un progetto già avviato che raccoglierà ulteriori frutti nella prossima stagione. A complicare il quadro c’è la Lazio, che ieri ha sì perso, ma giocando in dieci per tutta la partita a causa dell’espulsione di Ciani e già priva di Klose, Hernanes e Floccari. Nonostante ciò la squadra di Petkovic si è dimostrata una squadra di personalità e di grande consapevolezza, cadendo solo nel finale dopo aver creato le occasioni migliori. E ora c’è anche la Roma, che ci ha raggiunto a quota 47 punti con la vittoria sul Parma firmata Totti. Insomma dopo la sosta Inter-Juve e Samp-Inter avranno già il sapore di ultime spiagge.

1 thought on “La Fiorentina merita il terzo posto

  1. Francesco, non voglio toglierti la speranza ma, come ho già affermato altre volte, per I’Inter è finita!!!
    L’unica possibilità risiederebbe in un eventuale cambio di società con capitali nuovi e nuovo staff
    dirigenziale. Negli ultimi 2anni e mezzo, con velocità siderale, è stato dilapidato un capitale tecnico e di politica sportiva da autentico suicidio! Tecnico: non tanto per la vendita di alcuni fuoriclasse, ma per l’incapacità di fare mercato con intelligenza: sia per l’incapacità di vendere e sia per l’incapacità di acquistare! L’unica vendita a cui mi sono sempre opposto è stata quella di Balo. E non mi si venga a dire della questione “maglia”: una società con i coglioni sa gestire i suoi assi. Soprattutto sa capire e gestire a livello psicologico, ragazzi che normalmente nel periodo della adolescenza, soprattutto nel caso di Mario che non ha mai avuto l’affetto di un nonno, hanno problemi di identità! La quesione del “tifo milan”, è andata in porto, causa la speculazione fatta dalla società rossonera con striscia la notizia che ha provocato la parte più ingenua del tifo nerazzurro! Una società più strutturata avrebbe parato un colpo del genere. Quanti giocatori tifosi dell’Inter hanno giocato e giocano in altre squadre?..
    Tanti!!! E’ che la nostra società non sa proteggere i suoi gioielli: li lascia in pasto agli avvoltoi!!!!
    Moratti e company sono come un comando militare che si fa soffiare i migliori guerrieri dalle truppe nemiche!
    Cosa dire?… mi tengo gli aggettivi che mi vengono in mente!

    Se sommiamo le spese fatte
    per i tanti flop susseguitesi, superiamo di molto gli introiti ricevuti (mi riferisco sempre a Balo)!

    Altro flop, come dicevo in precedenza, è il settore politico-sportivo: sia la Juve che, in 2 o 3 anni, ha scatenato
    un attacco all’Inter i cui effetti si sono visti a livello mediatico e di arbitraggi, e sia il Milan con il ruolo ripresosi da Galliani
    in seno alla federazione. Se andiamo ad analizzare le conduzioni arbitrali tra rigori assegnati a favore e non contro, falli non “visti” ed espulsioni
    non subite, il Milan avrebbe tanti punti in meno! La stessa Juve, tra allenatore e giocatori possono permettersi di aggredire chiunque, in modo arrogante e sfacciato, senza subire penalizzazioni. E VEDIAMO BENE COME A LIVELLO DI RAI VENGONO ANCHE PROTETTI!
    Immaginiamo cosa sarebbe successo se fosse stato Strama ad avere solo in minima parte lo stesso comportamento di Conte a Bologna:
    sarebbe stato messo alla gogna!!!! Quelli della Juve, possono permettersi di menare come fabbri senza essere puniti.
    Trovandomi in Europa, ho visto le partite in streaming; ma ho avuto l’impressione che il primo goal della Juve nascesse da un fallo precedente
    della Juve (mi pare Pirlo) a cui nessuno ha dato rilevanza. Ricordiamoci di quando con la Lazio fu fermato Milito con Cassano
    davanti al portiere per un fallo inesistente: fatto distraente che causo’, un attimo dopo, il goal di Klose. Oppure, quante volte abbiamo assistito da parte del Milan che, con Pazzini, ha segnato sbarazzandosi del difensore avversario scaraventandolo a terra? Tante!!!!! Potrei seguitare
    con tanti altri esempi proprio per affermare l’inconsistenza del potere politico della nostra società in seno alla federazione. E non mi si venga a dire
    che la politica non c’entra nulla con lo sport: significherebbe vivere su un altro pianeta!!!

    Sintetizzando, ritorno all’assunto iniziale: per l’Inter è finita!!!! Anche perchè, il prossimo anno saremmo alle stesse condizioni attuali se non si dovesse fare una rivoluzione totale! A livello calciatori, non basteranno un paio di ragazzi: ce ne vorrebbero almeno 5 o 6: e di livello!!!

    La vittoria con il Tottenham è solo un momento sporadico che non avrà continuità: troppe diversità di consistenza atletica che non potranno mai permettere una omogeneità di gioco e d’intensità: ne viene a risentire anche la geometrica disposizione in campo con l’armonia del gioco. Purtroppo, l’assenza di Milito, amplifica certe discrepanze. E, se si pensa di perseguire la logica dell’esonero, facendo credere che le colpe siano di Strama, saremmo: o alla totale stupidità, oppure alla presa per il culo dei tifosi! Si parla di Mazzarri: come potrebbe esprime un pressing totale con dispendio enorme di energie nervose con una squadra di 30-40enni? Assolutamente no! La Juve, escluso Pirlo, che è la mente del centrocampo, gli altri hanno tutti un medesimo livello atletico che gli permette di correre in modo armonico con una equa distribuzione delle forze: cosa che l’Inter non puo’ fare. Eppoi sono dell’idea che, con Strama, rischiamo di fare la stessa operazione fatta con Balo, Destro, Poli… Una cosa a cui tengo molto e che mi ha fatto molto piacere visto con il Tottenham, è l’impego di Jonathan: sono convinto che questo ragazzo, debba avere una emotività molto forte percui avrebbe bisogno di sentirsi incoraggiato e stimato! Se l’errore fatto da Zanetti, nonostante la sua buona partita, facendosi anticipare da Alde l’avesse fatto lui, sarebbe stato massacrato!!!!

    Concludendo: per l’Inter dovranno passare tantisimi anni per rivederla sul trono. A meno che…non ci sia una rivoluzione!

    Oggi come oggi, inutile sperare alla Champion: è difficile persino l’EL!
    Ovviamente, come sempre, spero di sbagliarmi!!!!

    Saluti

Lascia un commento