Le altre

La Fiorentina merita il terzo posto

Il rinvio di Sampdoria-Inter permette di rifiatare ed anche di dare una panoramica delle rivali per un posto in Europa. La giornata è tutt’altro che positiva, vincono tutte tranne la Lazio. Il Milan, ancora frastornato dalla lezione di calcio patita a Barcellona, regola il Palermo in qualche modo andando in vantaggio dopo quattro minuti grazie alla dabbenaggine di Aronica, che strattona Balotelli in area e regala un rigore ai rossoneri. Poi un altro regalo del portiere rosanero permette a Balotelli di raddoppiare. In mezzo il consueto favore arbitrale, l’espulsione mancata per Zapata, che ferma di mano una chiara occasione da rete. Milan che si è confermato una squadra di assoluta normalità, che con una serie di vittorie risicate condite da spinte arbitrali ha costruito il suo vantaggio. Ha perciò ragione Galliani, chi davvero impressiona è la Fiorentina, ben più del Milan, e non certo perchè abbia un calendario più facile, ma di calendari se ne intende meglio Galliani. Ieri ha battuto il Genoa 3-2 e si conferma la squadra che gioca il miglior calcio della serie A, al netto degli svarioni difensivi. Sono i viola a meritare il terzo posto. Ora sono quattro punti sopra l’Inter e rappresentano un vero dito nella piaga per noi, essendo la conferma che si può costruire un progetto con pochi soldi in sede di calcio mercato. I viola hanno tutto quello che manca e servirebbe all’Inter: Un regista (quel Pizzaro che fu voluto da Mancini all’Inter), affiancato da mezz’ale di qualità (Aquilani e Borja Valero), un terzino che sa crossare (Pasqual), un’ala che sa saltare l’uomo (Quadrado) e una grande promessa in attacco (Jovetic). E’ un progetto già avviato che raccoglierà ulteriori frutti nella prossima stagione. A complicare il quadro c’è la Lazio, che ieri ha sì perso, ma giocando in dieci per tutta la partita a causa dell’espulsione di Ciani e già priva di Klose, Hernanes e Floccari. Nonostante ciò la squadra di Petkovic si è dimostrata una squadra di personalità e di grande consapevolezza, cadendo solo nel finale dopo aver creato le occasioni migliori. E ora c’è anche la Roma, che ci ha raggiunto a quota 47 punti con la vittoria sul Parma firmata Totti. Insomma dopo la sosta Inter-Juve e Samp-Inter avranno già il sapore di ultime spiagge.