Partita

Inter da battaglia, di nuovo seconda

Con la difesa delle grandi occasioni, un gol in apertura ed uno in chiusura di primo tempo, l’Inter da battaglia batte il Napoli e lo supera in classifica tornando seconda.

 

1′-10′ 3-4-1-2 speculari, niente tridente, ma Guarin trequartista che difende, Cambiasso in difesa, e marcature attente: Milito segue Inler, Guarin segue Behrami e viceversa, Gargano e Zanetti a turno su Hamsik, dall’altra parte Hamsik su Zanetti, Inler su Gargano, Cavani in pressione su Cambiasso. Inizio spezzettato, botta al naso di Gamberini per una manata involontaria di Cassano. Al 7′ stupendo corner lungo a planare di Cassano, Guarin al volo realizza, Inter già in vantaggio.

 

 

Il gol di Guarin

10′-20′ Partita estremamente tattica, ancora una sospensione per infortunio a Guarin. Gargano e Zanetti rimangono bassi, vanno in profondità Nagatomo e Pereira, Guarin trequartista e Cassano viene incontro a tutti i palloni. 17′, contropiede Napoli, Hamsik sgancia Cavani, dribbling a Cambiasso, allarga a sinistra per Insigne, tiro a virgola fuori. La marcatura di Behrami su Guarin è asfissiante, in generale è una gara di marcature a uomo per tutto il campo, molto serrata e che concede poco allo spettacolo.

 

20′-30′ 20′, sponda di Cavani, Hamsik chiude troppo sul primo palo. 22′, cassano chiede il movimento a Milito che fa la sponda per il suo inserimento, intervento al limite di Britos che prende la palla in maniera sporca e frana su cassano. Cassano deve uscire in barella. Altra lunga interruzione. Un altro gran duello è tra Ranocchia e Insigne, con Ranocchia grintoso che esce a prendere il folletto napoletano, che col passare dei minuti però trova sempre più spazio. Assurda ammonizione ad Handanovic per presunte perdite di tempo. Un arbitraggio quello di Rizzoli che tradisce rancore nei confronti dei nerazzurri. 28′, cross a mezz’altezza di Maggio, stop e tiro di Cavani, fuori misura, anche per la buona copertura di Ranocchia. Qualche errore di troppo da parte dei nerazzurri negli appoggi (sbagliano in serie Guarin, Pereira, Gargano, Jesus), inoltre le marcature dei napoletani sono più strette e cattive e l’Inter non riesce a tessere il filo.

 

30′-48′ Nagatomo era tra i giocatori più attesi perchè in gran forma, ma stasera non riesce a fare la fascia, tamponato da Zuniga, giocando sulla destra poi raramente può duettare con Cassano. Dall’altra parte discende meglio Pereira, ma i cross sono un po’ alla cieca. 38′, Guarin raccoglie un pallone messo fuori da Zuniga, dribbling in un fazzoletto a Behrami, filtra per Milito che nasconde il pallone a Gamberini, Cannavaro in ritardo e tagliato fuori dal passaggio, Milito d’interno batte De Sanctis, è il 2-0 micidiale. 42′, Gamberini irretito, fallo da dietro su Milito e giallo. 43′ Insigne esclamativo, prima cross pericoloso, palla messa fuori e lui stesso va a colpire al volo, parabola a spiovere, ma alta. 45′ trattenuta di Behrami a guarin, non ammonito. L’Inter ha messo il lucchetto alla partita, Napoli segnali di nervosismo.

 

45′-55′ Pandev al posto di Gamberini, difesa a quattro con Maggio e Zuniga terzini, 4-3-3 con Insigne sempre largo a sinistra, e il Napoli ci prova sempre da quel lato, ma ora Zanetti e Nagatomo coprono Ranocchia. 51′, Pereira intercetta un passaggio in orizzontale e trova Cassano, puntato Maggio, tiro e palo esterno. 53′, Inler dal limite, robusta deviazione di Handanovic. 54′, Pandev riceve sottoporta da Hamsik, in fuorigioco, facile da vedere perchè la linea dell’area piccola fa da riferimento, primo miracolo di Handanovic, poi traversa, ancora Handanovic su Maggio e infine Cavani ribadisce in rete, gara riaperta. Il Napoli ci crede.

 

55′-65′ 58′, Dzemaili prende il posto di Inler. 59′ Palacio sostituisce Cassano. 60′ fallacio di Behrami su milito, giallo. 62′ Palacio smista per Pereira, cross basso di ritorno e Palacio non ci arriva.

 

65′-75′ Ora Nagatomo è in marcatura fissa su Insigne, il Napoli prova a svariare anche sulla destra con Maggio che va al cross più di una volta. 74′ Coutinho per Milito. Napoli tutto in avanti, grande prova difensiva dei nerazzurri, Guarin copre Nagatomo quando questi va avanti. Il colombiano ormai fa l’esterno destro. Ma tutti si sacrificano.

 

75′-85′ 77′ Behrami pestone a Guarin, giallo mancato anche questa volta. 83′ Guarin pallonetto a pescare l’inserimento in area di Nagatomo, esce coraggioso De Sanctis. 83′ Mesto per Hamsik che non ce la fa. 84 Pereira quasi autogol, fa una buona diagonale sul cross basso di Cavani, ma colpisce male il pallone e per poco non insacca nella propria porta.

 

85′-94′ Tutti in difesa, anche Cou e Palacio. 89′ Palacio che converge dal fondo, diagonale che attraversa la porta. Inter che negli ultimi minuti riesce a tenere lontano il napoli, ma al 90′ Cavani a botta sicura, Ranocchia col corpo. Napoli all’arma bianca nei minuti di recupero. Palacio guadagna secondi e metri e un calcio d’angolo. Napoli all’ultimo assalto, Guarin che guadagna un fallo. 93′ e 42 secondi, Rizzoli fischia la fine.

 

L’Inter ha pensato più a difendere che ad attaccare, ma ha saputo creare occasioni e due gol, ha fortemente limitato Cavani e Hamsik, permettendo qualcosa in più ad Insigne, ha voluto questa vittoria ed al netto del forcing subìto nel secondo tempo, Handanovic ha dovuto compiere una sola grande parata, oltre alle due in occasione dell’azione del gol. Alla fine pacche sulle spalle per tutti, per impegno, cinismo, sacrificio, accortezza tattica, ma una pacca in più a Guarin, che partita di grande ricchezza la sua.

Tags: ,