Partita

Il tridente colpisce ancora

Pur di non schierare Silvestre Stramaccioni cambia modulo e torna alla difesa a quattro. Centrali Samuel e rischia Ranocchia diffidato. Il turnover si trasferisce a centrocampo con il primo turno di riposo a Cambiasso. Chance per Guarìn, confermati Mudi e Gargano. Tridente pesante in avanti. E’ 4-3-3, lo stesso modulo di partenza della Sampdoria. Piove sul terreno da ore e fa freddo. Poco pubblico. Inizio a ritmi bassissimi, manovrano i blucerchiati. Prima azione interista al 5′, guarin non sorprende la difesa con un filtrante morbido dopo aver fintato il tiro, intercettato. Primo contropiede al 10′, Guarin in tackle duro, mette in movimento palacio, sponda di ritorno per lui di milito e tiraccio alto del trenza. L’inter gioca con calma olimpica. Assurdo al 12′, cross a giro di berardi che per poco non va nel sette. 15′ gran controllo di petto di cassano su un rilancio, passaggio a milito che ignora tutti e tira centrale dopo aver portato a spasso tutta la difesa. 17′ schema del gol con milan e primo al bologna, la punizione questa volta la batte pereira, samuel di testa alto. Che pasticcio al 19′, samuel e ranocchia si ostacolano al limite dell’area piccola su una punizione-cross, la palla rimane lì e munari segna. 25′ Cassano riceve sul secondo palo da un cross di pereira ma invece di tirare cerca l’assist. 31′ inter in area, milito rimpallato e poi anche cassano. Muro piatto e ordinato della Samp con il 4-5-1. 34′ finalmente una vera occasione, cassano spunto in area per la corrente pereira che va sul fondo, palla deviata da Romero, raccoglie guarin, tiro fuori. L’inter ora entra in area di frequente, sbroglia la samp, che poi spezzetta il forcing con un paio di azioni. Forcing che si spegne però, l’inter sembrava aver preso il ritmo giusto, ma dura solo dieci minuti, i tre di centrocampo perdono palloni in serie con appoggi sbagliati e la samp alleggerisce. L’assenza di cambiasso a centrocampo si sente tantissimo. 43′ cassano non tira mai, servito da guarin invece di tirare piazza l’assist rasotera in mezzo, milito non ci arriva. Il primo tempo va perso.

Alla ripresa rimane negli spogliatoi Mudingay e c’è Cambiasso. Primo inserimento di cambiasso al primo, ranocchia lo vede e lo lancia, appoggio volante del cuchu per palacio che sparacchia fuori. Momento chiave al 50′: Samp in dieci per infortunio di berardi che patisce un’entrata a forbice di Pereira non sanzionata. Riprende il gioco, milito nasconde la palla in area e aspetta l’intervento maldestro da dietro di costa, rigore e espulsione. Lo stesso Milito lo realizza con una traiettoria alta, palo interno e gol, 1-1. Ferrara scala Estigarribia terzino. L’Inter tesse la tela, ma al 55′ c’è la prima azione a ritmo alto della partita, la palla gira, guarin taglia in diagonale, milito fa velo per palacio, ma la difesa blucerchiata sventa. Samuel alza il muro su eder, che si lanciava verso la porta. 60′ la samp è sul 9-0-0. Milito lascia piantato de silvestri, sinistro potentissimo, palone. 63′ cross a mezz’altezza di zanetti, palacio gira di testa, cambiasso non ci arriva in scivolata per la deviazione 64′ lancio di gargano, romero deve uscire su palacio. L’Inter sembra trovare la continuità, ma come nel primo tempo la Samp poi riesce ad alleggerire, minuti che passano. 68′ Sampdoria di un’ingenuità impensabile, si scopre dissenatamente per un corner, con due soli giocatori che rimangono in copertura, palla messa fuori, va Renan molto svagato, si fa soffiare il pallone da Milito, parte Cassano, 40 metri palla al piede, aspetta Palacio che arriva, assist col contagiri, palacio sgancia il diagonale ed è 2-1. La sampdoria in dieci, subisce gol in contropiede. 70′ punizione a sorpresa di cambiasso, palacio fa sfilare e rinmbalzare, diagonale che attraversa lo specchio.

L'azione del gol del 2-1 di palacio

73′ S.siro esplode, ha pareggiato il bologna con la juve, si fa bella. 75′ attenzione c’è cambiasso in area, palacio lo vede, cross, semirovesciata da foto per il cuhu, che però colpisce male. Ferrara rischia e mette due punte con l’ingresso di maxi lopez, ma due minuti dopo l’Inter chiude: prima al 79′ cassano si conquista una punizione costringendo al giallo munari, punizone morbida alta di poco. Poi all’81’ Cambiasso lob d’esterno per la fuga di Nagatomo (posizione dubbia), Cassano rasoterra per guarin che finge di incrociare e sigilla il destro sul primo palo mettendo in saccoccia palla e partita. Entra Silvestre per evitare un possibile giallo a Ranocchia, ed a 30 secondi dalla fine Silvestre è aggirato in area dalla triangolazione Eder-lopez-eder, che realizza il più inutile dei gol. C’è tempo infatti solo per mettere il pallone al centro e fischiare la fine. Partita condizionata dall’incombenza di Juve-inter, senza Cambiasso la linea mediana in fase d’impostazione è a tratti imbarazzante, nel secondo tempo l’Inter ha sfruttato le ingenuità della Sampdoria con le sue armi migliori, il contropiede, la classe e la furbizia dei suoi attaccanti risolvendo una situazione stranita. La Sampdoria comunque ha fatto due tiri in porta e due gol. E ora tutto su Juve-Inter.

 

Tags: ,