Le altre

Il mix di Liverani

Campionato alle porte e allora ritorna la rubrica sulle avversarie dell’Inter. Come sapete domenica arriva il Genoa di Liverani e, come riporta il Secolo XIX, i rossoblù dovrebbero scendere in campo con la formazione vista nell’amichevole del giovedì con la Primavera e cioè “Perin tra i pali, difesa con AntonelliPortanovaManfredini e Vrsaljko. A centrocampo Lodi, supportato da Cofie Kucka. In attacco Bertolacci Santana dietro a Gilardino.” Un 4-3-3 che all’occorrenza diventa un 4-3-2-1 con Bertolacci e Santana che operano alle spalle di Gilardino o un 4-2-3-1 con Cofie che va a fare l’ala destra. Questa squadra è un mix di giovani e anziani. Tra i giovani il portiere Perin, reduce dalla disastrosa stagione con il Pescara, il terzino Vrsaljko, in evidenza nella partitella e all’esordio in serie A, fu accostato nei mesi scorsi anche all’Inter.

Il Genoa del 1923

Poi il ghanese Cofie, cresciuto nelle giovanili e forte di un anno di esperienza al Chievo, infine Bertolacci, trequartista-ala scuola Roma, alla seconda stagione al Genoa. I vecchi sono invece la coppia centrale Portanova e Manfredini, il regista Lodi e gli attaccanti Santana e Gilardino. Gli unici dell’età di mezzo sono i 26enni Antonelli e Kucka. Ad occhio il terzetto di centrocampo non sembra dare una grande copertura alla difesa. Lodi è un costruttore di gioco, mentre Cofie e Kucka sono apparsi in ritardo di condizione, almeno stando a quanto riporta sempre il secolo XIX. Fondamentale sarà allora l’apporto che daranno in fase difensiva le due mezzepunte Bertolacci e Santana, visto che anche i due terzini hanno caratteristiche molto offensive. Il lato destro (se sarà Vrsaljko-Cofie-Bertolacci) pecca evidentemente di inesperienza, al contrario la coppia centrale difensiva Manfredini-Portanova è altamente esperta, ma i due lungagnoni sono anche lenti. Collaudata invece la catena di sinistra Antonelli-Kucka, tutti e due alla terza stagione al Genoa e tutti e due più volte accostati all’Inter, anzi Kucka fu anche in comproprietà senza mai arrivare. Attenzione al fiuto di Gilardino, già in gol contro di noi nel marzo scorso con la maglia del Bologna ed anche la stagione precedente già con la maglia del Genoa, doppietta il 1 aprile 2012 nel 5-4 di S.Siro, esordio di Stramaccioni sulla panchina dell’Inter. L’anno scorso si giocò nell’ultimo turno prima di natale, finì 1-1 con Cambiasso a rispondere nel finale al gol di Immobile, dopodichè Livaya si mangiò il gol-partita da mezzo metro.