Calciomercato

Il metodo Mancini, tutti coinvolti tutti cedibili

mancini silvinho palòermoIl mercato di gennaio per fare il salto di qualità e puntare decisamente in alto. Thohir si è schernito, ha parlato solo di qualche ritocco, ma c’è anche la volontà di accontentare Mancini, che chiede almeno tre innesti. Un terzino destro, un centrocampista dai piedi buoni e almeno un esterno offensivo. Si possono ipotizzare una ventina di milioni da spendere e allora bisogna ripetere l’operazione dell’estate scorsa, quando si riuscì a chiudere con un sostanziale pareggio tra entrate e uscite. C’è d’altronde una rosa di 27 giocatori da sfoltire. Ieri abbiamo abbozzato una lista di possibili partenti, ma oggi arrivano notizie che delineano un quadro diverso. Ci sono innanzitutto i tre giocatori in scadenza a giugno, Vidic, Palacio e Nagatomo. Ma proprio per la loro condizione contrattuale la società non potrebbe ricavare più di tanto da una cessione a gennaio. La gazzetta di oggi parla di quotazioni in crescita per tutti e tre, il serbo è tornato ad allenarsi con il gruppo ed è sulla via del recupero, sempre la rosea smentisce un accordo tra Palacio e il Boca, ora il trenza vorrebbe rimanere in Italia, ma l’Inter non vorrebbe cederlo ad una rivale e sarebbe pronto per lui un altro anno di contratto. (Continua sotto)

Anche per Nagatomo sarebbe pronto un altro anno di contratto, ma la situazione è volubile, la realtà può cambiare e questo ricoinvolgere tutti nel progetto può servire anche a non deprezzare i cartellini di nessuno. E’ anche questo un altro piano della nuova linea di Mancini di far giocare tutti, da una parte sono tutti importanti, dall’altra giocando tutti sono tutti mettibili e appetibili sul mercato. Non dimentichiamo che l’estate scorsa l’unico incedibile è stato Icardi. Allora alla fine sarà il mercato, più delle pianificazioni a tavolino, a decidere chi dovrà finanziare la prossima campagna acquisti, rimanendo per certo che c’è una rosa in esubero, ben sei terzini più Jesus, cinque difensori centrali, sei centrocampisti e sette attaccanti, unico reparto da rimpolpare se si vuole passare al 4-2-3-1. Vediamo allora quali potrebbero essere le occasioni che si prospettano, Radio Radio parla di un possibile scambio Jesus-Iturbe con la Roma, ma il brasiliano potrebbe essere pedina di scambio anche per arrivare a Gabbiadini o Mertens. Il Corriere dello Sport invece parla di un interesse della Lazio per Ranocchia, ma la cifra di 6-7 milioni sembra un po’ bassa per le esigenze nerazzurre. Ci sono due giocatori che sembravano avere un forte mercato l’estate scorsa, Santon e sopratutto D’Ambrosio. L’impressione è che uno dei due, ma anche tutti e due, a fronte di una buona offerta, potrebbero lasciare Appiano.