Editoriali / Top

Il colmo di Mazzarri e le parate di Scuffet

Qual’è il colmo per Mazzarri? Indubbiamente pareggiare in casa con una squadra che schiera per otto undicesimi giocatori che non hanno più di 23 anni e un portiere minorenne tempestato da acne giovanile. Ci vuole coraggio e Guidolin lo ha avuto lasciando in panchina i veterani Pinzi e Di Natale e facendo risultato a S.Siro con una squadra di giovani e chissà che qualcuno di questi non giocherà in futuro nell’Inter di Thohir.Mazzarri bottiglia

E a proposito di Scuffet, il portiere dell’Udinese classe ’96, è lui l’uomo copertina della giornata. Giustamente si sprecano i paragoni con Buffon che esordì a 17 anni, anche se si esagera un po’, a leggere i giornali sembra che Scuffet sia stato preso a pallonate per tutta la partita, compiendo decine di miracoli, in realtà ha dovuto fare solo due parate. La prima quando ormai eravamo al 62′, su tiro da fuori di Hernanes sul suo palo, bella ma non impossibile. L’unico grande intervento è sul tiro di Cambiasso, una parata da campione. Il futuro sarà a grandi livelli, ma certi elogi sembrano fatti per far pensare ad un’Inter arrembante, che invece non c’è mai stata.

Singolare analisi del presidente onorario sulla partita di ieri. Moratti ha visto un’Inter “stanca” nel primo tempo e migliore nel secondo. Avevate mai visto una squadra stanca nel primo tempo? Si saranno stancati nel prepartita e riposati nell’intervallo?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,