Giovani in prestito, la situazione

Bardi Benassi Duncan Mbaye Livorno-300x240Solo Mbaye pare certo di tornare all’Inter la prossima stagione. Stiamo parlando del gruppo di giovani in prestito al Livorno, che al momento sembrano essere passati di moda. Benassi, la cui metà del cartellino è stata ceduta al Torino per arrivare a D’Ambrosio, la prossima stagione dovrebbe trasferirsi proprio dai granata. Per quanto riguarda Duncan, potrebbe approdare al Chievo, a quanto riferisce FcInternews.it da fonti interne alla società veronese, con una formula ancora da definire. Un passaggio che non gli consentirebbe una crescita graduale, essendo il Chievo alla pari del Livorno. Destinato ad un ulteriore prestito anche Belfodil, nonostante la penuria di attaccanti in casa Inter e le parole del suo ex tecnico a Livorno Di Carlo che di lui ha detto: “È un grandissimo talento, peccato che sia arrivato in condizioni fisiche non buone perché non si ha avuto molto tempo per cercare di raggiungere le condizioni migliori, ma le sue qualità sono importanti”. Totale incognita per Bardi, che potrebbe fare il grande salto in caso di cessione di Handanovic a fronte di una super offerta di 25-30 milioni. Tornando a Mbaye il suo procuratore Beppe Accardi ha avvisato l’Inter rendendo pubblico che Ausilio un mese fa gli ha garantito un ritorno alla base per il suo assistito, ora si aspetta una chiamata. Insomma, non resta che chiedersi chi sarà tra queste promesse il futuro Donati, Caldirola, Coutinho o Destro da svendere con supponenza, per poi ritrovarseli in Champions League con un’altra maglia, mentre si tenta di spacciare un quinto posto e relativo accesso all’EL come un grande risultato societario e dell’allenatore.

2 thoughts on “Giovani in prestito, la situazione

  1. ciao a tutti – sono interista da 56 annssie ne ho viste di tutti i cplpri – m< quello che non capisco e che nessuno capisce che ci mancano incontristi con le palle, e finche non li avremu sar3mo sempre un team incompiutp, ebasterebbe guatdare la b e la ctranne che non ci sia malafede in qualche dyryfbte,
    s

Lascia un commento