Calciomercato / Editoriali / News

Eder: “Sono indeciso tra Leicester e Inter.” Era meglio se stava zitto

Sampdoria/Allenamento“È stato bello vivere questi anni alla Sampdoria. Mi hanno impacchettato e la Samp ha accettato l’offerta del Leicester e dell’Inter, ma adesso devo decidere io cosa fare. Alla fine si farà: 13 milioni sono tanti, la società me l’ha detto. Se vado sarà l’ultimo giorno, comunque. In ogni caso niente ancora”. (Continua sotto)

Mentre tutti i media rilasciano in pompa magna la notizia di Eder all’Inter con tanto di conferenza stampa fissata a domani (ma nessuna comunicazione ufficiale arriva dalla società), Sampnews24 riporta queste dichiarazioni di Eder, che lasciano a dir poco sconcertati, seppur dovremmo essere abituati a tutto con i calciatori postmoderni. Non faceva prima a pensarci in silenzio? E quanto ci vuole a decidere in quale squadra andare o forse gli 1,5 milioni annui proposti dall’Inter sono pochi e il giocatore ha deciso di far pervenire questo messaggio di gran stile? Assolutamente lecito preferire uno stipendio più lauto e una squadra prima in classifica in Premier rispetto al blasone e alla tradizione, o forse Eder sta chiedendo a Mancini il posto da titolare fisso che Ranieri non gli garantisce? In un modo o nell’altro questi calciatori ormai sembrano avere sempre il coltello dalla parte del manico. E se dalle società arrivasse un moto di dignità? Davvero è nell’interesse dell’Inter fare un quadriennale ad un giocatore di 30 anni? E non era meglio prendere un regista a centrocampo?