Dopo il mercato si passa a quattro?

Una sintesi di questo calcio mercato? Difesa immutata, centrocampo con più soluzioni, attacco ridotto all’osso. Manca un difensore centrale, un centravanti e sono rimasti Silvestre e Jonathan, due pesi. Kovacic è indubbiamente la risposta a Balotelli, basta ascoltare le parole del suo procuratore per rendersene conto. Si tratta di un’operazione, di un “blitz” lo ha definito, maturato in poche ore subito dopo l’arrivo di Mario al Milan. Ma lo stesso Kovacic ha raccontato della sua grande sorpresa avuta nel ritiro della Dinamo Zagabria nel sapere della volontà dell’Inter di portarlo immediatamente a Milano. Comunque del centrocampo e dell’attacco si è già detto. Guardiamo la difesa. E’ saltato l’arrivo di Andreolli, in scadenza a giugno, così ci sono solo cinque difensori centrali (E l’Inter gioca a tre), due di questi sono a fine carriera: Samuel è infortunato a tempo indeterminato, mentre Chivu è appena rientrato da un lungo infortunio ed è già acciaccato. Poi c’è ancora Silvestre che non viene mai utilizzato dopo i disastri delle prime uscite, tanto che si preferisce scalare in difesa Cambiasso. Gli unici due integri sono Ranocchia e Jesus. Probabile un passaggio alla difesa a quattro con due soli centrali oppure con un centrale, Jesus, che fa il terzino sinistro. In porta per fortuna c’è Handanovic e ora come secondo è arrivato Carrizo.

 

Riprendere la Lazio sarà durissima, e ora c’è anche il Milan in corsa per il terzo posto.

 

 

2 thoughts on “Dopo il mercato si passa a quattro?

  1. Riflessioni giuste. Personalmente vedo l’Inter come se fosse a metà del guado. Vorrei essere soddisfatto della campagna acquisti ma, sinceramente, non ci riesco. Chi lo fosse mi convinca!
    Manca almeno un difensore. Pensavo arrivasse Andreolli: nulla! Eppoi, come giustamente fa notare Francesco, manca un attaccante. Hanno tentato all’ultimo per il ritorno di Longo: altro flop. Come mai? Facile la risposta: perchè ci si muove senza un programma. Si viaggia sempre nell’incertezza: se non ci fosse stato lo smacco CIUCCIOTELLI, non avremmo nemmeno Kovacic.
    Si son decisi a prendere un esterno di centrocampo come Schelotto sotto la spinta di Strama. Costretti a cedere Livaja , alla fine, si sono ritrovati senza un attaccante. Siamo alle solite: improvvisazioni come dei “pancisti” rionali. Moratti ha detto che adesso abbiamo la squadra per vincere lo scudetto. Caro Presidente, le dico: le vogliamo molto bene e soprattutto, chi, come me, ricorda suo padre; ma per favore: non ci prenda per coglioni! L’Inter è una squadra ancora incompleta; messaggi subliminali al suo allenatore come un out-out per dire: O vinci o ti caccio, sono controproducenti. Strama puo’ anche commettere degli errori (fisiologico) ma ha grande personalità; e lo dimostra soprattutto nei confronti con le grandi squadre. Juve e Milan confermano. Se alla fine della stagione dovessimo assistere all’ennesimo cambio di panchina, vorrà dire che ci saremmo provincializzati al pari di società “zampariniane”!

    Concludo con un messaggio a CIUCCIOTELLI.
    Puoi anche esultare; ma sappi: il riso abbonda sulla bocca degli stolti. Ma, per il tuo bene, fallo almeno spontaneo, anche se ci credo poco: col tempo ti “plastifichi” sempre di più come il tuo padrone! Ti rammento: ride bene chi ride ultimo!!!
    Contento tu!!!

Lascia un commento