Calciomercato

Dietro il mancato arrivo di Bonaventura una precisa scelta tecnica

mazzarri-fassone-santoro-e-pondrelliDiversamente da quanto era stato diffuso ieri non sono economiche le motivazioni del mancato acquisto di Jack Bonaventura. La gazzetta di oggi, infatti, svela un clamoroso retroscena: alle 17 di ieri l’Atalanta ha offerto Bonaventura all’Inter in prestito gratuito. Non era quindi necessario intascare denaro contante dalla cessione di Guarin per prendere Bonaventura. Si è invece ritenuto, incredibile ma vero, che con Guarin rimasto in rosa, Bonaventura sarebbe stato di troppo! Così riporta Matteo Dalla Vite, giornalista molto vicino a Mazzarri, in un articolo dal titolo fuorviante “L’Inter prigioniera del solito Guarin…”. Il titolo corretto avrebbe dovuto essere “l’Inter prigioniera di Mazzarri”, con quanti puntini di sospensione lo scelga il giornalista della rosea. E’ chiaramente Mazzarri ad aver stoppato l’acquisto di Bonaventura, per il quale l’Inter aveva un accordo con l’Atalanta da giorni, come svelato dal ds Marino nel pomeriggio di oggi. Non solo, l’Inter aveva in mano anche Baselli, ma il suo acquisto è stato bloccato per la mancata cessione di Kuzmanovic! Non a caso pochi giorni fa Mazzarri aveva dichiarato che la sua rosa perfetta era di 22-23 giocatori, e con Bonaventura e Baselli saremmo arrivati a 26. Con tre attaccanti in rosa appare evidente che Mazzarri ha in mente un solo modulo, ad una sola punta, il 3-5-1-1, con buona pace dei vaneggiamenti di Thohir sul 4-2-3-1 e delle chiacchiere dello stesso piangiarri, che ha millantato di voler giocare col 3-4-3 nei giorni scorsi. Ma il fatto che Mazzarri consideri adatta una rosa così composta ci dice un’altra cosa: Mazzarri non ha nessuna intenzione di andare avanti in Europa League e in Coppa Italia. Una rosa del genere infatti è tarata per disputare una sola competizione, ma non può reggerne tre. Teniamoci pronti.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,