Cosa serve adesso all’Inter

notteRivoluzionare, cambiare tutto, non pensarci più. Mancini ieri si è fatto sfuggire una cosa forse dettata dalla delusione per una squadra che l’ha tradito. A fine stagione vuole cambiare tutto, via mezza squadra, avanti dieci nuovi giocatori. Ma sembra un replay della conferenza post-Liverpool in cui annunciò il suo addio a fine stagione, un risvolto emotivo che rischia di mandare in malora la stagione. Ora i giocatori sanno che il loro tecnico li cambierebbe tutti, e se lo meritano anche, solo che così si rischia il tracollo, lo sbracamento. Intanto per la prima volta gira voce che il mancio sta chiedendo garanzie alla società, il suo stesso rimanere all’Inter non è scontato. Ma bisogna ragionare a mente fredda. Cosa servirebbe davvero a questa squadra? Una rivoluzione o forse davvero due innesti pesanti e uno sfoltimento della rosa? La butto lì, due soli acquisti, un leader difensivo e un regista di alto livello, più un terzino a buon prezzo che può essere Donati o Milner a parametro zero e un attaccante come Ayew sempre a zero per sostituire Podolski. Ma una spesa concentrata su due soli elementi, ci vorrebbe uno come Thiago Silva e un Ramsey. Impossibile? 35 milioni l’uno e 35 milioni l’altro, cercando di incassare almeno 25 milioni dalle cessioni di Jesus, Nagatomo, Obi, Hernanes, Vidic, Dodò, Kuzmanovic e altri 15 dai vari giovani in prestito, più i riscatti di Taider e Alvarez. Impossibile?

20 thoughts on “Cosa serve adesso all’Inter

  1. E’ incredibile come Mancini entri sempre in conflitto con la squadra. E’ successo in tutte quante. Secondo me non bisogna dimenticarsi che nel calcio nessuno ti obbliga a spendere, puoi tenherti i soldi e avrsi il doppio la prossima, il triplo la prossima.. Secondo questo principio potremmo comoratci anche Cristiano Ronaldo. La mia visione ideale, che è una fantasia più che altro, è che Mancini se vada, il suo posto lo prenda Vecchi della primavera, o qualcuno del genere, anche Baresi che è a zonzo, (anche momentaneamente) e fino a che non puoi comprare uno dei primi 5 giocatori del mondo non muovi un euro. Rischieremmo di fare male? Già lo stiano facendo…

  2. Mi spiego, in poche parole, l’Inter pur spendendo soldi, sta facendo esattamente quello che farebbe non spendendoli.. è la verità, perche tra il prima e il dopo acquisti non c’è nessuna differenza in termini di risultati.. anzi riesci pure a fare peggio che è folle.. Allira fermi tutti.. Bisogna cambiare il modo di fare..

  3. Caro Francesco, sarebbe giusto ma molto fantasioso fare ciò che proponi… c’è solo un dato che ti sfugge: chi mai comprerebbe tutti quei mezzi giocatori che hai indicato? Forse Hernanes in Brasile, ma ti darebbero 2/3 milioni, con una minusalenza da mettere ko i già disastrati conti societari. Obi? Dodò? Vidic? Kuzmanovic? O il peggiore di tutti JJ, il “giocatore” che ha rinnovato in noi le “gesta” di personaggi del calibro di Sorondo, Rias e compagnia brutta… ma chi sarà mai così folle da pagare anche solo l’ingaggio a gente del genere? L’unica sarebbe rescindergli i contratti e risparmiare sugli ingaggi… e che Thoir se ne freghi delle minchiate di Platini e del suo illegale FFP… basterebbe rivolgersi alla corte europea per far saltare una regola che serve solo ad affossare ke società già in difficoltà… e che, ripeto, é pure illegale

  4. Fabio, io credo che in questo momento sia più difficile e fantasioso comprare dei grossi giocatori come Thiago Silva e Ramsey, mentre per quanto riguarda i bidoni che ho indicato ho messo una cifra di 3 milioni a testa e qualcosa di più per Vidic e Hernanes, totale 25 milioni. Credo che a un Cesena Jesus potrebbe fare comodo e per tre milioni lo potrebbe prendere.

    1. Prometto che è l’ultima volta che non scrivo tutto in un commento.. io penso che ci diamo troppo importranza, alle altre squadre non interessa niente di come un giocando sta giocando nell’Inter.. perche un giocatore per arrivare qui ha fatto un percorso, anche un percorso abbastanza lungo, non è piovuto dal cielo.. e quello che loro guardano.. Non ragionano come i tifosi.. lo sanno che se uno fa male all’inter può non significare nulla.. l’inter è uclub che ha difficoltà proprie, e queste inevitabilmente si riflettono sui giocatori..

    1. il ragionamento del tifoso, in questo caso tifoso del Manchester United: “Di Maria bidone” A chi gliene frega di cosa pensa il Manchester United.. tanti vorrebbero di Maria. i nostri non son Di Maria, ma neanche male come pensiamo.

  5. L’Inter è proprio brava nello svalutare i propri calciatori. Sono d’accordo con “Fra” sulle difficoltà del club che sono alla base del condizionamento dei calciatori. Soprattutto sulla struttura attuale con un presidente all’altra parte del globo, un Zanetti che è più uomo immagine ma scarso come soggetto manageriale e tecnico; tra l’altro con lo stile di sempre, senza calpestare i piedi a nessuno. Gli altri sono solo dei contabili. Ci sarebbe Ausilio, ma è troppo occupato a inventarsi soluzioni per acquisti senza soldi. Poi c’è Mancini, ma chiacchiera troppo: sia dei probabili acquisti che in dichiarazioni poco diplomatiche (essendo in Italia non puoi rispondere alla domanda su Ranocchia: “non ho visto Italia Inghilterra”); i propri ragazzi ci tengono ad essere seguiti dal proprio allenatore. Su eventuali rivoluzioni di cambiamento penso che una squadra sia come una catena con tanti anelli che debbano legarsi. Il problema dell’Inter è che nonostante abbia dei buoni giocatori, sono come degli anelli che non legano tra loro. Ovvio che a risultato negativo si tende a buttare tutto nella spazzatura. Un giocatore come Obi che tra l’altro segno’ il goal del pareggio contro il Milan, è stato gettato nel dimenticatoio; non è un campione, ma un buon calciatore utile quando serve la battaglia. Ma lo stiamo svalutando. Come stiamo svalutando altri allo stesso modo. Ovvio che alla fine sei costretto a svenderli; e poi succede come Silvestre alla Samp, Cou al Liverpool, etc…. Hernanes, se è vero che non vale i 20milioni spesi, è altrettando vero che vale molto di più di quanto ho letto sopra: ovvero dei 2-3 milioni, ne vale almeno 10. Preferisco che giochi lui rispetto ad un Podolschi che non ci serve, e che a giugno farà ritorno in England.
    Mancini prova soluzioni alla ricerca di una coesione che purtroppo non riesce a trovare. Per me dovuto anche al fatto che non avendo delle personalità specifiche, c’è anche il problema che conosca poco il reale valore dei suoi. Mi auguro che cominci a rendersi conto di cio’ di cui l’Inter ha bisogno. Personalmente, se fosse possibile, aspirerei a 3 giocatori di grande personalità e di tecnica. Un centrale, un centrocampista e un attaccante. E non è detto che bisogna assolutamente andare a pescarli all’estero. Un Valdifiori di grande sagacia tattica, non credo che sarebbe costato troppo…purtroppo per noi italiani porta un nome italianissimo, e, quindi, non fa schic!
    Degli eventuali stranieri che sono in Italia prenderei Anderson della Lazio (Dybala se lo becca già la Juve: noi chiacchieriamo loro fanno i fatti),ma sarebbe arduo con Lotito; altrimenti, visto che siamo allergici ai ragazzi di casa nostra, come attaccante, prenderei quel giovane Konoplianka del Dnipro. Eviterei di andare a prendere vecchioni spompati che vengono da altri campionati che fanno della forza fisica l’aspetto più importante. Yaya Touré è bravo, ma bisogna considerare che il prossimo campionato ne avrà 33 di anni. Sarebbe il caso di svenarsi per un calciatore di questa età? Considerando poi, che, essendo di origine africana, generalmente, non hanno un fisico che regge con il passar degli anni? Credo che in queste ultime partite che ci rimangono, sarebbe utile far giocare alcuni nostri ragazzi come Camara, Bonazzoli…Potrebbero essere il premio trovato in casa in mancanza dell’Europa.

  6. Nella svalutazione di gran parte della rosa dell’inter, una grossa responsabilità ce l’ha Mancini. Non si è aggiornato sui cambiamenti del campionato italiano e in particolare sulla rosa dell’inter. Si è presentato con troppa arroganza, senza conoscenze specifiche sui giocatori dell’inter. Abbiamo visto una serie di formazioni strampalate a cominciare proprio da quel derby!
    Ha commesso una serie di errori molto gravi per essere considerato da molti (non più da me) un grande allenatore.
    Anche questa storia che adesso lui pretende una serie di grandi acquisti dopo che, a parte Icardi, non è riuscito a valorizzare un giocatore, altrimenti minaccia di andarsene, non mi piace molto. E’ un ricatto che una società forte non può accettare considerato che il signor Mancini fino ad ora ha fatto solo disastri in questa seconda esperienza all’inter.
    A prescindere da quello dicono in molti è Mancini che deve dimostrare di meritarsi l’inter e non viceversa!
    Ci sono vari esempi in Italia e all’estero di squadre non costruite con tanti soldi, con allenatori non tanto reclamizzati, che stanno facendo risultati… non necessariamente bisogna spendere 100 milioni sul mercato per fare una buona squadra e poi anche in questa tanto sbertucciata rosa dell’inter non ci sono solo pippe ma anche qualche gran giocatore, oltre a dei giovani molto interessanti. Non è tutto da buttare!
    Per fare un esempio, Marcelo Bielsa si presenta a tutte le partite del suo Marsiglia con la tuta d’allenamento, è in palese sovrappeso e segue l’intero match seduto sulla ghiacciaia. A molti può far sorridere questo suo atteggiamento…di certo non è chic come qualcuno di nostra conoscenza ma se mi chiedete se lo metterei al posto di Mancini, la mia risposta è: domani mattina!!

  7. Sono un “pazzo” di Inter ma ultimamente cerco di esser più freddo nei ragionamenti,senza ragionare da tifoso perché purtroppo non bisogna esserlo quando si costruisce una squadra. Premetto che la campagna estiva Sara’ basilare per giudicare ausilio,a gennaio non ha fatto male anzi,e vedremo se era mazzarri a chiedere giocatori scarsi o meno.anche se dopo gennaio si e’ capito che era così. Tuttavia senza voler insegnare nulla a nessuno,leggendo commenti,vorrei dire alcune cose. Intanto mi chiedo perché già si mette in croce mancini,ha sopravvalutato la rosa,ma ditemi chi quando arrivo mancio non penso di potercela fare almeno Ad arrivare in Europa o in chiampions? Dai tutti noi lo speravamo. Mancini deve meritarsi una squadra che era allenata da benitez mazzarri gasperini Ranieri stramaccioni…non scherziamo dai,poi sono d’accordo che abbia fatto errori! Pero’ cambiare serve a nulla perché così torniamo a Moratti che giustificava sempre i giocatori. Siamo sinceri: certi giocatori fanno cose assurde(difensori),altri sono paradossali perché scarsi(medel…),altri sono mezzi giocatori (hernanes,guarin che più di questo non da e non darà mai),altri devono svegliarsi come kovacic che ho sempre difeso….e dico che all’Inter i vari valdifiori potrebbero esser utili ma
    una cosa e’ l’Inter e un’altra la provincia dove ciò che fai,se ti salvi,va benissimo! Sanchez giocava all’idinese e tolto da quel sistema,che ha fatto? E parlo sempre di un signor giocatore….figurarsi quelli che ora giocano in Italia…io la vedo così: menomale sono arrivate figuracce in stile Inter parma così non ci Sara’ scusa per non rinforzarci poi se disutiamo ogni volta sul cambiare allenatore…non responsbilizziamo squadra e società

  8. Infine sono d’accordo sui giovani da inserire,cosa già in esser rispetto al passato,e per favore non diciamo che mancini dice cose diplomantiche o false…cosa deve dire? Per me sta facendo un capolavoro mediatico…con mazzarri eravamo al “suicidio” sportivo!!!Inoltre dire che mancini litiga con le squadre che allena…non e’ vero!

  9. il problema di fondo dell’inter sono errori basilari: riconferamare mazzarri lo scorso anno (perchè? lo vedi che non riesce ad essere da inter) ma soprattutto riprendere mancini (raggiunge obiettivi minimi, vedi campionati, con giocatori eccellenti, non ha mai valorizzato giovani).
    Mi sembra una mossa morattiana. in questo momento mancini ci costa come un buon centrocampista, non ha senso. Questa scelta è stata scellerata, dettata da qualcuno che non capisce niente.

  10. Mancini lo dovremo giudicare l’anno prossimo. La chance gli va data per varie ragioni. Sui calciatori che provengono da squadre di provincia non bisogna generalizzare: Cavani e Pastore provengono dal Palermo, Verratti e Insigne dal Pescara,Naingoolan dal Cagliari, Pirlo dal Brescia, etc…nel passato, Zenga fu preso da Mazzola dalla Sambenedettese dopo che era stato alla salernitana; Altobelli, Mazzola lo prese in serie B dal Brescia; stessa storia per Beccalossi…Mario Corso fu preso a 16 anni dall’Audace San Michele…Potrei citarne tanti altri: il problema è che una volta i tecnici sapevano capire chi aveva la stoffa del fuoriclasse…il curriculum lo lasciavano agli amatoriali. Il problema vero dell’Inter (secondo me),sta nella struttura del club che non è ben organizzata con rappresentanti capaci di far sentire un certo peso: sia storico e di blasone della squadra. Un esempio su tutti: antipatico ma bisogna farlo. Quando alla Juve è ritornato un “agnelli”, ha cominciato a usare la spada menando fendenti a destra e a manca. Ha attaccato federazione, ambienti, giornalismo, ha ridicolizzato spesso sui successi dell’Inter creando un clima da vittima di chi ha subito ingiustizie, condizionando tutto e tutti da portare giocatori come Bonucci a rinnegare il suo passato all’Inter, come lo stesso Lucio (vergognoso), sparlare nei confronti dell’Inter dove aveva vinto quasi tutto…Mentre da parte dell’Inter non c’è stata mai una reazione forte, che convincesse della forza del club…

  11. Concludo l’intervento precedente affermando che la debolezza della società si riflette negativamente anche sulla squadra. Mai dimenticarsi che per avere una squadra forte ci vuole una società forte. E noi, purtroppo, abbiamo una società debolissima che non è mai presente nelle questioni che riguardano politica e vicende del calcio. L

  12. Vedendo la prima pagina della Gazzetta di oggi mi sorgono spontanee delle domande: ma di quale progetto abbiamo parlato negli ultimi 2 anni?? Thohir è stato messo lì da qualcuno per tappare qualche falla? Ci hanno raccontato un sacco di balle??

  13. D’accordo con te nestore sui giocatori di provincia. Il mio commento era riferito ai vari valdifiori specificamente e come
    dicevi ci vuole bravura nell’individuarli. So per certo che ausilio voleva nainngolan e un tale mazzarri pretese hernanes…non continuo! Su mancini che non lancia i giovani dico che siamo al paradosso: balotelli, bonucci,andreoll….e ricordo che avevamo già preso nel 2006 toure,pato e hamsik che non arrivarono perché Moratti,consigliato male,non li ritenne da inter! Ah e so,ovviamente per certo,che avevamo Nasri in mano! Ma noi interisti per una volta riusciamo a dare 2 anni interi ad un allenatore? Quando ciò e’ avvenuto abbiamo anche vinto…

  14. Perfetto Ste, sono d’accordo con te. Ricordo bene il lancio di Balotelli, Bonucci…e l’individuazione di futuri campioni come Touré…Il lavoro di Mancini deve essere valutato soprattutto l’anno prossimo. Vedremo. Ora i vari fallimenti vanno considerati come un normale processo di ristrutturazione. Ma per me, oggi come oggi, il problemma maggiore sta nella debolezza della società. Se non si risolve questa debolezza strutturale non ci sarà nulla da fare: anche se dovessimo prendere Messi. Lo dimostra la Juve ieri sera: l’organico in campo non è che fosse superiore all’organico dell’Inter attuale, eppure ha schiantato la Fiorentina fuori casa. La società forte di dà una mentalità forte. Se fosse vero il ritorno di Moratti sarebbe manna dal cielo, se non altro per la presenza costante con la squadra. Thohir non c’è, Ausilio confligge con Fassone, Zanetti esiste solo per i c…i suoi, Mancini vorrebbe fare il manager ma si sente impotente…i giocatori, coadiuvati dai procuratori, fiutano l’aria e creano zizzanie (vedi Icardi e Kovacic che vogliono andar via)…tutto questo condiziona anche i compagni in campo…non dimentichiamoci che sempre ragazzi sono. Riassumendo, credo ci vorrano diversi anni ancora per vedere un’Inter decente…

  15. Io invece nutro fiducia,poi vediamo come andrà il mercato! Ricordate una cosa: se il Napoli non va in champions non si rinforzerà molto perché a ADL non importa nulla e si e’ capito che compra se vende altrimenti nulla! Samp Lazio e Genoa hanno azzeccato la stagione e con le coppe l’anno prossimo come andranno?( Dai ho visto certe partite come la Samp con noi che ti vanno bene perché e’ anche destino )Bho chi lo sa….magari con meno di quanto si pensi si può fare qualcosa di buono!

  16. Ho visto tutte le partite che l’Inter disputò in America l’estate scorsa. All’inizio pensavo che la nostra squadra avrebbe fatto la solita figuraccia per via della poca preparazione fisica effettuata, gli inglesi avevano due settimane di vantaggio.Al contrario l’Inter fece delle ottime partite senza sfigurare con le avversarie (se ricordo bene perdemmo solo con Mou), squadra quadrata messa bene in campo, difesa solida, centrocampo costruttivo. Magnifica impressione. Mi dissi, quest’anno sarà quello giusto per risorgere. Poi inizio il campionato e sapete tutti come è andata,infortuni a non finire, giocatori senza scatto e senza velocità, mai visto vincere un duello uomo contro uomo, al contrario beccavamo da tutti.A novembre, quando le squadre arrivano al massimo sella forma atletica, i nostri avevano i crampi. le altre squadre correvano come matti mentre noi arrancavamo, ricordate Parma? aveva tre punti in classifica con noi raddoppiarono il bottino. Arrivò Mancini, alcuni giocatori sembrarono ritornati in forma, Guarin in primis, ma il tutto è durato un mese più o meno. Ora mi domando siamo sicuri che questi atleti non valgono nulla? non è stata per caso la preparazione fisica errata in estate per non sfigurare con gli americani? Alcuni non sono da Inter ma pensare che improvvisamente siano diventati tutti bidoni mi sembra eccessivo. Io penso che il prossimo campionato con una preparazione adeguata e alcuni rinforzo a centro campo e in difesa si potrà fare un molto meglio di quello “vergognoso” attuale. Amd

Lascia un commento