Contro il calciomercato

fassone ausilio 2Cinque giorni alla fine del calciomercato e non so voi, ma io dico finalmente. Come ha detto Delio Rossi, è indecente avere il calciomercato aperto a campionato iniziato, se poi ci mettiamo che l’Inter è ancora a metà strada nella costruzione della rosa, che la telenovela Perisic le ha battute tutte per lunghezza e tedio e che non ne posso più di vedere la faccia di Di Marzio, capite che la sopportazione è al limite. Per il tifoso interista è stato un mercato davvero particolare, le prime tre settimane di giugno lo hanno visto sommerso da nomi e trattative rivelatesi fallaci, poi l’accellerata improvvisa: in rapida successione sono arrivati Kondogbia, Miranda e Montoya alzando il tasso di entusiasmo, arricchito dalla beffa elargita a Galliani nell’affair Kondogbia. A questo punto, eravamo intorno al 3 luglio, veniva annunciato l’imminente arrivo di Perisic. Siamo ancora qui che aspettiamo. “E’ fatta per Perisic” è diventato il motivetto dell’estate e forte è il sospetto che il Wolfsburg, dopo averci buttato fuori dalla coppa, si stia divertendo a prenderci per il naso. Intanto Mancini ha parlato chiaro, vuole due attaccanti, un centrocampista e un terzino sinistro. Thohir ha ribadito che prima si vende, ma forse sarebbe stato opportuno un suo intervento in prima persona verso i numerosi “riottosi” che rifiutano ogni trasferimento e hanno contribuito così alla cessione di Kovacic e Shaqiri, sempre che sotto sotto al mancio non andasse bene così, fuori dalle lacrime pubbliche. E ora eccoci qui, siamo tentati di fare una cosa controcorrente, non riportare più voci, trattative, ma dare solo notizie ufficiali con firme in calce e sorrisi davanti ai fotografi. Vedremo.

5 thoughts on “Contro il calciomercato

  1. Puoi togliere tranquillamente il “sotto sotto”. Sinceramente è stato imbarazzante sentire la gran parte degli addetti ai lavori e giornalisti commentare in maniera entusiastica la cessione di Kovacic! Questo dimostra quanta poca competenza calcistica ci sia in Italia.
    Io sono vicino al pensiero di Modric. Non so se vincerà il pallone d’oro ma sicuramente diventerà uno fra i primi 3 centrocampisti in Europa!
    Fra un anno quando parleremo dei 40 milioni ci sarà da piangere…altro che brillante operazione!Adesso vi faccio due esempi per capire com’è il mercato in Europa: Ilarramendi pagato dal Real 2 anni fa 40 milioni di euro (non vale neanche un’unghia di Kovacic). Otamendi buon difensore ma nulla più, pagato 45 milioni dal Man Utd. Ha guadagnato più il Valencia cedendo il randellatore Otamendi che l’inter cedendo il gioiello croato…ma sono in molti a parlare di geniale cessione del prode Ausilio..mah!
    La verità è che ci hanno preso in giro dall’inizio! Quando hanno acquistato Kondogbia sapevano già di cedere Kovacic con l’avallo di Mancini che non ci ha mai creduto. Poi Mancini per pararsi le chiappe ha tirato fuori la balla del FPF!
    L’unico campione vero della rosa dell’inter (non mi venite a parlare di Icardi, per cortesia) lo abbiamo ceduto. Invece che mettere al centro del progetto chi sa giocare a calcio preferisce schierare un centrocampo muscolare. Se avesse avuto in rosa un Iniesta ventenne probabilmente lo avrebbe ceduto!

    1. la storia di mancini e’ questa.
      non e’ un allenatore .lui e’ un selezionatore pretende giocatori affermati per non dovere giustificare il suo operato non ha il coraggio e le capacita di formare uno come matteo.
      dalle mie parti si dice e’ un fighetto paraculato.vedremo i risultati
      speriamo passi il suo tempo come in passato…. mi sembra ci sia libero un certo “klopp”

Lascia un commento