Calciomercato / SatirInter

Candreva va al Napoli, Nani al Valencia e neanche Berardi si sente tanto bene

candreva maglia biancaArrotoliamo il mese di giugno e impacchettiamolo ben bene con tutte le sue speranze, i suoi nomi altisonanti, perchè ora con luglio ci si scontra duri con la realtà. Sì, perchè la casella dell’ala destra, o come si dice esterno alto, se ne rimane vuota e bisogna rifar da zero. (Segue sotto)

Calma e gesso, pazienza che è ancora presto, ma intanto Candreva prenota il biglietto per Napoli, ha aspettato un rilancio dell’Inter, voleva l’Inter, lo ha fatto capire in tutti i modi, ma giustamente in C.so Vittorio Emanuele hanno pensato che per un trentenne la cifra di 24 milioni fosse eccessiva, mentre Lotito si fregava le mani. Non sembra pensarla così Mancini, che proprio lui voleva, ma il vero problema è che anche il più giovane Berardi se ne sta sulle sue, a Sassuolo in fondo non si sta così male e il cuore nerazzurro non si riscalda. Allora la domanda è lecita, sapendo che con Candreva non si andava avanti, non si alzava la posta, che Berardi era una scommessa, non si poteva chiudere con Nani, che con 8 milioni il Valencia se lo porta via? Guai a farsi troppe domande, si rischia di fare il gioco della stampa nemica, ammoniscono dalla trincea i complottardi, ma l’interista guarda ai fatti e pensa con la propria testa e finora si mette insieme la cena con Erkin, fortuna che c’è Banega. Amala.