Partita

A Bergamo piove sul bagnato

atalanta-gol-masiello-2016Terza sconfitta consecutiva in campionato per l’Inter, che cade a Bergamo con l’Atalanta, inutile il momentaneo pareggio di Eder dopo il gol iniziale di Masiello, Pinilla su rigore decide la partita.

Primo tempo frustrante per i nerazzurri, che faticano a superare il primo pressing, perdendo tutti i duelli a metà campo (Freuler-Joao Mario, Kurtic-Medel, Kessie-Brozovic) e si fanno martellare da sinistra, dove Dramè e Gomez prendono facilmente in mezzo Nagatomo, senza che nessun compagno vada ad aiutarlo. Il giapponese va a prendere Gomez, lasciando la corsia sinistra libera per gli inserimenti di Dramè, che va al cross una decina di volte nel corso dei primi 45 minuti. Da un suo cross nasce il corner che porta al vantaggio atalantino, con Medel sovrastato da Masiello e Murillo anticipato sulla sponda precedente da Kurtic. De Boer non applica nessuna contromossa, se non scambiare la fascia tra Eder e Perisic, con l’italo-brasiliano più portato a rientrare per dare una mano a Nagatomo. Poi però rimette Perisic a destra. Nella ripresa il centrocampo nerazzurro alza il pressing, mentre Eder e Perisic vanno a cercare soluzioni in diverse zone del campo. Nasce così la punizione che Eder scarica in rete con rabbia ridando il pari all’Inter e trovando finalmente il gol. La reazione dell’Atalanta è però veemente e arriva una scarica di tiri per Handanovic, per lo più da fuori, che il portiere sloveno para senza problemi, esaltandosi sul colpo di testa di Konko. De Boer toglie Nagatomo per Ansaldi, ma i cross dalla sinistra continuano ad arrivare con Gomez che fa quello che vuole. Entra anche Kondogbia per Brozovic, poi Pinilla nell’Atalanta al posto di Petagna, Candreva al posto di Eder e infine esce Gomez per Gagliardini che va alle spalle di Pinilla, con Kurtic che prende il posto a sinistra. Cala l’Atalanta nel finale, o comunque cresce l’Inter, arrivano due grandi occasioni, intelligente sponda di Icardi per Perisic, tiro a botta sicura che Berisha riesce a respingere, poi Joao Mario va senza cattiveria su un pallone invitante. Si prova a vincerla, si può vincerla, invece suicidio di Santon che aggancia Kessie in area e regala il rigore all’Atalanta a due minuti dalla fine: sul dischetto Pinilla, Handanovic quasi la para, ma la palla va in rete. Nel finale c’è anche un gol annullato senza motivo a Icardi, Berisha si scontra in uscita con un compagno e Icardi non fa nulla. Non è giornata.

ATALANTA-INTER 1-1

ATALANTA: 1 Berisha; 3 Toloi (47′ pt 25 Konko), 13 Caldara, 5 Masiello; 24 Conti, 19 Kessie, 11 Freuler, 93 Dramé; 27 Kurtic; 29 Petagna (62′ 51 Pinilla), 10 Gomez (81′ 4 Gagliardini). In panchina: 57 Sportiello, 6 Zukanovic, 7 D’Alessandro, 8 Migliaccio,  37 Spinazzola, 43 Paloschi, 52 Cabezas, 77 Raimondi, 88 Grassi.
Allenatore: Gianpiero Gasperini

INTER: 1 Handanovic; 55 Nagatomo (61′ 15 Ansaldi), 25 Miranda, 24 Murillo, 21 Santon; 6 Joao Mario, 17 Medel, 77 Brozovic (62′ 7 Kondogbia); 44 Perisic, 9 Icardi, 23 Eder (76′ 87 Candreva). In panchina: 30 Carrizo, 8 Palacio, 10 Jovetic, 13 Ranocchia,19 Banega, 27 Gnoukouri, 33 D’Ambrosio, 94 Yao, 96 Barbosa.
Allenatore: Frank de Boer

Arbitro: Doveri. Assistenti: Giallatini, Dobosz. IV uomo: Tasso. Assistenti addizionali:Orsato, Manganiello

Note
Espulsi:
Gasperini (all. Atalanta) al 51′
Ammoniti: Konko (A), Eder (I), Pinilla (A)
Corner: 4-0
Recupero: 1°T 3′,