Partita

Battaglia aspra e l’Inter vince a Sassuolo

candreva-1Terza vittoria consecutiva per l’Inter, seconda senza subire gol, sul campo del Sassuolo basta il gol di Candreva in apertura di ripresa, un po’ di sofferenza nel finale con Melo espulso, partita aspra, ma alla fine arrivano i tre punti:

Inter lenta a ripartire, Mazzitelli e Pellegrini schermano Brozovic e Melo, Joao Mario gioca qualche metro più avanti cercando di eludere la marcatura di Sensi andando sulle corsie laterali, sopratutto a sinistra, ma non c’è grande intesa con Perisic, ben chiuso da Lirola. E’ uno contro uno in tutte le zone del campo tranne i due rispettivi centravanti che sono chiusi dai due centrali. Squadre che si temono, pochi inserimenti, tanti errori tecnici e di misura nella prima fase, terreno scivoloso, Inter che fatica a carburare, Sassuolo che riparte in velocità grazie alla palle perse in fase d’impostazione da Melo e Brozovic, Inter che crea tutto passando per Candreva, che impegna Consigli, colpisce un palo e serve due assist che Icardi e Perisic falliscono. L’ex laziale è l’unica ala a vincere il duello sulle fasce – con Dell’Orco – mentre Lirola contiene Perisic, Ansaldi non soffre più di tanto Ricci, qualche problema in più per D’ambrosio con Ragusa, ma più a causa delle palle perse dai compagni. Partita che si scalda nei minuti finali del primo tempo, all’intervallo comunque si contano almeno quattro le occasioni da una parte e dall’altra, i nerazzurri però continuano a non sfruttare i tanti calci d’angolo. I gesti tecnici più belli un cross a spiovere sul secondo palo di Lirola e un tunnel di Candreva ai danni di Dell’Orco. E la ripresa non poteva non iniziare con il gol di Candreva, il più ispirato: clamorosa la palla persa dal Sassuolo, un primo tiro di Joao Mario è respinto male da Consigli, il più lesto è Candreva che spacca la porta. Inter che attacca sull’inerzia nei seguenti minuti, ma non chiude la partita, i cambi di Di Francesco creano difficoltà, il tecnico sassuolese prima inserisce Missiroli e Matri per Pellegrini e Ricci, mantenendo però il 4-3-3 ma interpretato in maniera più offensiva con Sensi mezz’ala sinistra e Missiroli playmaker, con Defrel che si sposta a destra, ma non rinunciando ad accentrarsi per creare spazi a Lirola e giocare vicino a Matri. E subito un inserimento di Sensi, con lo spazio liberato dall’accentramento di Ragusa che porta dentro D’ambrosio, crea una prima occasione per i neroverdi, con Handanovic che risponde. Pioli toglie Joao Mario, dopo che il portoghese ha vanificato un contropiede, per inserire Banega. Poi Di Francesco si gioca la carta 4-2-4/4-2-3-1, fuori il centrocampista Mazzitelli e dentro L’attaccante Iemmello, l’Inter soffre, ma si aprono grandi spazi in contropiede con la difesa di casa messa male, Perisic si mangia due gol, c’è spazio anche per l’ingresso in campo di Barbosa e per il secondo giallo a Melo, ma alla fine arriva il fischio finale accolto da un boato dal numeroso pubblico interista presente.

SASSUOLO-INTER 0-1
MARCATORI:
47′ Candreva

SASSUOLO 4-3-3: 47 Consigli; 20 Lirola, 5 Antei, 15 Acerbi, 39 Dell’Orco; 22 Mazzitelli (77′ 9 Iemmello), 12 Sensi, 6 Pellegrini (60′ 7 Missiroli); 27 Ricci (61′ 32 Matri), 11 Defrel, 90 Ragusa. In panchina: 1 Pomini, 79 Pegolo, 17 Pierini, 26 Terranova, 33 Franchini, 38 Erlic, 98 Adjapong.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

INTER 4-4-1-1: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 15 Ansaldi; 87 Candreva (91′ 96 Barbosa), 5 Melo, 77 Brozovic, 44 Perisic; 6 Joao Mario (69′ 19 Banega); 9 Icardi. A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 7 Kondogbia, 8 Palacio, 11 Biabiany, 13 Ranocchia, 21 Santon, 23 Eder, 55 Nagatomo.
Allenatore: Stefano Pioli

Arbitro: Di Bello. Assistenti: Marzaloni, Vivenzi. IV uomo: Peretti. Addizionali: Russo, Pinzani.

Note
Espulso: Melo (I) al 92′ per doppia ammonizione.
Ammoniti: Missiroli (S), Joao Mario (I), Brozovic (I), Felipe Melo (I), Barbosa (I)
Corner: 3-8

Recupero: 1°T 0′, 2°T 5′.