Balotelli, il popolo nerazzurro dice no

balotelli milanAltro che tifoseria spaccata, come scrive Gazzetta.it, a leggere i commenti sui social il popolo nerazzurro Balotelli non lo vuole proprio. La voce che rimbalza insistentemente di un suo ritorno è indigesta alla stragrande maggioranza dei tifosi. E non c’è solo quella maglia gettata, le sue dichiarazioni di fede milanista, oggi ci sono motivazioni anche tecniche per rifiutare Balotelli. Infatti, se fino ancora a due anni fa l’attaccante bresciano poteva considerarsi una promessa calcistica su cui eventualmente puntare, i due flop al Milan e al Liverpool, ed un evidente involuzione tecnica insieme ad una mancata maturazione del suo neurone, fanno di minimario ad oggi un giocatore poco appetibile anche sul piano tecnico e tattico, oltre che un ormai noto sfascia spogliatoi. Ci pensi bene il mancio, a cui piacciono le sfide, ma glielo diciamo, questa è una causa persa, come lo è stata per noi già in passato. Come riportato dallo stesso Rodgers, l’ex nazionale gioca a ritmi da spiaggia, non ha alcun gioco di squadra, ma sopratutto, come faceva notare un tifoso sui social, non ha stimoli perchè sa che finchè farà il pirla su Twitter e farà parlare di sè per i gossip troverà sempre degli sponsor interessati a questo genere di vetrina, quindi perchè impegnarsi sul campo?

6 thoughts on “Balotelli, il popolo nerazzurro dice no

  1. Premetto che io Balotelli non me lo riprenderei per mille motivi ma penso che ci sia stato un’equivoco di fondo sul ruolo di Balotelli. Prandelli ha puntato tutto su di lui come attaccante di riferimento e Rodgers lo ha preso per sostituire Suarez al centro dell’attacco del Liverpool. Ma l’errore è che Balotelli non è una prima punta. Non sa fare i movimenti della prima punta e non gioca per la squadra. Lui è una seconda punta che deve svariare su tutto il fronte dell’attacco e deve giocare sui movimenti dell’altro attaccante ed entrare negli spazi che gli apre la prima punta. Insomma, non è quel pippone che stiamo vedendo da un anno a questa parte!

  2. Io lo prenderei per diverse ragioni. Primo, perchè non è un “pippone” come dice “Timetraveler”; secondo, perchè con Mancini ritroverebbe il suo mentore; terzo,in quanto, considerando il ribasso della valutazione, potremmo ritrovarci un autentico top player; quarto, perchè credo nella parabola del “figliol prodigo”: l’Inter, in fondo, è il luogo ombelicale che il destino gli ha regalato; quinto,perchè la ragion di stato è superiore ad ogni sentimento emotivo. Sembra strano, ma la separazione dei due, pare abbia coinciso con il reciproco declino: sia per lui che per l’Inter. E’ un dato di fatto. Contro l’Inter non è mai riuscito a segnare: come se qualcosa gli bloccasse le budella. Balotelli è stato un ragazzo che non ha avuto un nonno che gli desse un po’ d’affetto, a 17anni si è già ritrovato famoso; consigliato da qualcuno, si è fatto sedurre dal mondo dei lustrini e delle “televisioni” (da buon intenditor poche parole)e guidare nel gesto della maglia, ci ha guadagnato qualche soldo ma ne ha perso in valore tecnico. Io, l’operazione, la farei…e sicuramente sarebbe benedetta anche dalla federazione per motivi di nazionale. La qualcosa non sarebbe di poco conto per la diplomazia politica. In fondo, organizzare un giro di campo mentre bacia la maglia dell’Inter ammorbidirebbe i più agguerriti. La storia ci insegna che per la ragion di stato non si guarda in faccia a nessuno. Nel 17° secolo, gli inglesi ingaggiarono i pirati per sconfiggere la grande “armada” spagnola. Potrei fare altri esempi. Ripeto: io l’affare, perchè è un affare, lo farei. Con Mancini che lo conosce bene e lui che tiene molto a riconquistare la nazionale…ci sono tutte le credenziali per un successo. Proviamo a pensare, in caso di successo, che scorno per i milanisti!!!

    1. Balotelli è una mina vagante. Può far bene 6 mesi ma nel lungo periodo è deleterio per la squadra (a meno che non mette la testa a posto). In prestito può avere un senso, ma mettere quei pochi soldi che abbiamo su Balotelli mi sembra una pazzia! Io però non ho detto che è un pippone… a mio avviso da prima punta è scarso ma se lo metti alle spalle della prima punta e in un contesto di squadra che funziona può fare molto bene e a volte può fare anche la differenza.

  3. per me non è un fuoriclasse e non lo diventerà per una questione tecnica, non è in grado di creare molto palla al piede.. tolti questi ci sono i Vieri e gli Inzaghi ai quali mi permrttereri di paragonarlo.. ha i numri che avevano loro alla sua età, 90 gol sono veramente tanti.. è un giocatore sopra la media.. però è (stato) anche milanista, troppo milanista.. motivo per cui non lo riprenderei.. tipo riprendere Vieri dopo che era passato al Milan.. impossibile..

  4. Dal punto di vista delle doti Balotelli è di una spanna più grande di Vieri e Inzaghi. Il problema è la testa e una immaturità dovuta ad una carenza affettiva da non farlo uscire dalla condizione adolescenziale in cui ognuno ricerca una identità. E’ ancora come un adolescente che cerca di mettersi in mostra per dimostrare la sua esistenza. Credo che alla fine potrebbe essere l’unico obiettivo per l’Inter: non credo molto in Podolski e Lavezzi. Siamo lenti, perdiamo tempo…Thohir e fidi si muovono come lumache. A queste condizioni, se dovessero permanere, credo che alla fine anche Mancini se ne andrà. E non sarebbe una bella cosa per noi.

Lascia un commento