Anche Mancini s’arrabbia

Colori nella notte, galleria
Colori nella notte, galleria

C’è voglia di mettersi alle spalle questi quattro anni disastrosi, fallimentari, oltre ogni ragionevole dubbio. Mancini dopo il vergognoso pareggio col Parma aveva parlato di rivoluzione. Forse una reazione emotiva, sì perchè il suo atteggiamento da molti definito troppo british o zen era solo una maschera per evitare le esasperazioni del calcio italiano, ma da Appiano ci è filtrata notizia di un Mancini capace di arrabbiarsi già una decina di volte in questi mesi. E le critiche, gli allenamenti di primo mattino a pasqua, hanno fatto bene, vista la dignità ritrovata in quel di Verona ieri sera. Ma dev’essere solo l’inizio, un punto di partenza. E chissà che qualche contestazione in più in questi anni non sarebbe servita maggiormente per un ambiente reso placido dal glorioso triplete. Ad ogni modo un finale dignitoso dopo un’annata negativa sarebbe una gradita novità nel mondo nerazzurro, dove si è solito scollarsi e decadere smodatamente in queste situazioni. Ma torniamo a Mancini, aveva parlato di rivoluzione, ma era frutto di un arrabbiatura.. manciniana. Ieri l’ex idolo della gradinata sud ha chiarito che non ci saranno stravolgimenti, ma ha anche fatto capire che una cessione dolorosa ci sarà. E’ quello che non avremmo voluto sentir dire, perchè la qualità serve come il pane ed è ridotta all’osso. Bisognerebbe ripartire da Icardi, da Kovacic, Handanovic, Guarin e forse anche Hernanes. Oltre a Palacio e Shaqiri. Ma solo questi ultimi due sono certi di rimanere. Gli altri? Icardi sta discutendo il contratto, vuole tre milioni, ma li vuole subito, Thohir glieli darebbe da Luglio. Lui dev’essere un incedibile, tra due anni potrà valere 80 milioni, cederlo adesso sarebbe una mossa affrettata e inutile. Un sostituto all’altezza non si troverebbe. Anche Handanovic chiede 3 milioni, ma se li chiede anche Icardi lo sloveno ragionevolmente dovrebbe accontentarsi di 2,5. I nomi dei sostituti del portierone che si fanno o sono troppo vecchi o troppo giovani. Anche lui sarebbe meglio tenerlo. Kovacic, tante cose dicono che lo hanno già prescelto come agnello sacrificale. E’ l’unico, oltre a Icardi, ad avere realmente mercato (Guarin, Handanovic ed Hernanes non ce l’hanno poi così tanto), ma cederlo sarebbe un suicidio, un altro caso Pirlo in salsa croata. Lo hanno definito l’Iniesta croato e  forse è arrivato il momento di vederlo nella posizione di Iniesta, ma anche lui ci deve mettere del suo. L’ho sempre difeso, ma se due allenatori su due gli hanno mosso le stesse critiche un fondo di verità ci dev’essere. Ad ogni modo le scelte definitive verranno fatte settimana prossima, quando Thohir arriverà a Milano, e noi saremo qui a raccontarvelo.

11 thoughts on “Anche Mancini s’arrabbia

  1. I compagni di Kovacic cosa pensano di Kocacic? I tifosi si dividono e discutono, ma i compagni? per loro è un giocatore eccezionale. Lo hanno detto tutti, anche ex come Zabetti e Stankivic.. immaginiamoci un attimo i compagni.. Come la staranno prendendo questa situazione di Kovacic? Come la prenderebbero se venisse venduto? Di sicuro nessuno dirà a Mancini “bravo hai fatto bene”. Si può essere fans del Mancino come non lo si può essere, ma c’è un dato che è praticamente un dato di fatto:le squadre di Mancini a un certo punto lo fanno mandare via.. Adesso provi a vendere Kocacic senza se ha il coraggio…

  2. Se Mancini dovesse lasciarlo fuori anche nel derby, fossi il suo procuratore, chiederei la cessione a fine stagione e se fossi Kovacic andrei Mancini a brutto muso per dirgli di piantarla di prendermi in giro e di non tenermi più in considerazione per le restanti partite della stagione in stile Muntari.
    Adesso che manca quasi tutto il centrocampo, addirittura viene rispolverato Obi, pur di non farlo giocare! E’ assolutamente inconcepibile… Mancini sta buttando via un talento incredibile per le sue convinzioni errate!
    Poi ha raccontato anche un mucchio di balle… se considerava veramente Kovacic un potenziale grande giocatore e, dal suo punto di vista un trequartista, non doveva prendere Shaqiri a gennaio che gli avrebbe inevitabilmente chiuso ancora di più gli spazi. La verità è che Mancini non ha mai tenuto in grande considerazione il croato e a giugno giustamente lui se ne andrà! E dopo ci sarà da ridere quando lo vedremo giocare in un’altra squadra… oppure da piangere, dipende dai punti di vista!!

  3. A Mancini gli sono sempre piaciuti centrocampisti fisici! Venderanno Kovacic per una trentina di milioni di euro e prenderanno il trentaduenne Tourè che è in rotta con il City e i tifosi (questa stagione sta camminando in campo!)
    A mio parere non è un grande affare considerando anche l’ingaggio di Tourè.
    Mi faccio una domanda, se Mancini fosse stato al Barcellona una decina di anni fa, la società gli avrebbe permesso di cedere Iniesta? (Kovacic lo ricorda molto per movenze e caratteristiche tecniche anche se lo spagnolo è un pò più offensivo) La risposta è che avrebbero mandato via Mancini, non Iniesta!
    Non mi interessa se si dice che Mancini sia bravo nello scegliere ii giocatori! Le topiche le prende anche lui, come quando regalò Savic alla Fiorentina più una quindicina di milioni di euro per prendere Nastasic al City!
    La cessione di Kovacic sarebbe un colossale errore! Penso peggiore anche di quello commesso su Coutinho. Arrivo a dire (vedremo se il futuro mi darà ragione) che potrebbe essere paragonato alla cessione di Pirlo di quindici anni fa al milan.
    Anche se adesso il croato viene poco considerato, ha tutte le caratteristiche per diventare uno dei migliori centrocampisti europei!

  4. Nemmeno io ho realmente capito se si voglia preservare kovacic evitandogli brutte figure ora per ripartire l’anno venturo o se sia stato messo in secondo piano! Ricordiamo che ha 20 anni e ci sta stare dietro a shaqiri! Tuttavia mancio pensava al 4231 con mateo trequartista e shaqiri esterno,ma con medel e guarin non eravamo coperti a centrocampo! Io spero che non lp vendano pero’ cosa ha fatto kovacic quando ha giocato titolare con mancini? E’ il mio prediletto pero’ ha fatto male e duole dirlo…secondo va aspettato e lui deve fare di più….un Po’ di grinta…speriamo non vada via, anche se non mi sento di dire che sia mancini sia mazzarri sbaglino del tutti

    1. Kovacic con Mancini non ha mai fatto bene, questo è vero ma secondo me perchè non ha mai giocato nella giusta posizione. Vi ricordate di Pirlo con Tardelli quando (le poche volte che giocava) lo impiegava da trequartista o all’ala sinistra?? Per kovacic (anche se ha caratteristiche diverse da Pirlo) è la stessa cosa.

  5. Kovacic non è ancora maturo come centrocampista ma ha grandi potenzialità. Per crescere deve giocare ed ha bisogno di un grande maestro a fianco. Una volta, in qualsiasi settore, quando da piccoli si avevano delle qualità, i ragazzi venivano mandati da un maestro o da una scuola o presso uno studio per imparare i cosiddetti “segreti del mestiere”. Kovacic, e mi sto ripetendo spesso su questo concetto, ha bisogno di un Pirlo per crescere, per apprendere. Anche Leonardo ando’ a scuola del Verrocchio. Noi invece, per vari motivi che vanno dalla società (mai un progetto chiaro: si parla di giovani e poi si pretende di vincere subito) ai tifosi (anch’essi parlano di giovani ma pronti a crocifiggerli al minimo errore), non riusciamo a portare avanti un progetto chiaro. Thohir parla di giovani ma poi pretende la zona champion…Insomma,l’ambiente Inter è pieno di contraddizioni. I giovani soprattutto vengono caricati di responsabilità da metterli nell’ansia di sbagliare, da intimidirli avendo paura di essere normali e liberi di giocare secondo il proprio estro. Questo è l’unico motivo che mi ha portato a giustificare i sistemi allegrotti di Mancini. Ma noi non avendo Pirlo, cio’ che mi domando e vi domando: Touré sarebbe in grado di fare il “Pirlo” della situazione?

Lascia un commento