Calcio estero

Ancelotti verso il Chelsea e Conte al Real Madrid

La notizia è stata lanciata dal tabloid Daily Record nella serata di venerdì: Carlo Ancelotti sarebbe stato contattato da Roman Abramovich, padrone del Chelsea. Secondo quanto riportato dal tabloid inglese, il numero 1 dei Blues avrebbe chiesto ad Ancelotti la sua disponibilità a tornare a sedersi sulla panchina di Stamford Bridge a partire dalla prossima stagione. Insomma, Antonio Conte non risulta essere più “amato” dalla Società mentre la prospettiva di un ritorno ai Blues per Ancelotti sarebbe sicuramente un’ipotesi che prenderebbe in seria considerazione, anche per rilanciarsi dopo la delusione sulla panchina del Bayern Monaco. Mentre, secondo il Sun, Conte sarebbe corteggiato dal Real Madrid per sostituire Zinedine Zidane. Staremo a vedere perché, come tutti sanno, non a caso queste notizie vengono in Inghilterra – e non solo – definite gossip. Giornata numero 18 di Premier League e sinceramente non si trovano più aggettivi, persino commenti, per il cammino del Manchester City. Quattro mesi di vittorie di fila, dall’estate all’inverno. Anche oggi stravince dominando contro il Tottenham, 4-1, segnando ancora quattro gol, sedicesimo successo di fila e sollecitando le iperboli dei vari giornali europei al punto da definire il City “di un altro pianeta”. Molto divertente al riguardo la frase di un giornalista inglese che ha scritto: “Man City è inarrestabile. Per favore prego Sir Alex Ferguson di uscire dalla pensione per fermarli. Grazie”. Parlare delle altre squadre almeno sinora è pressoché irrilevante. Chelsea e Arsenal hanno vinto con un “golletto”, ma  sono rispettivamente a 14 e 19 punti di distacco, lo United potrebbe vincere domani col West Bromwich, ma rimarrebbe distanziato di 11. Diciamo la verità, se va avanti così la Premier League appare sorprendentemente squilibrata, sinora è un dominio totale anche perché il campionato inglese non ha mai consentito una serie di vittorie così prolungate. Non ci resta che vedere cosa succederà nel 2018.