Partita

Allarme a Reggio Emilia

Dopo tre campanelli d’allarme (zero cross e zero tiri con la Juve, pari con una formazione di serie C e pesante sconfitta casalinga con l’Udinese), suona l’allarme in casa nerazzurra con la sconfitta per 1-0 contro il Sassuolo, decide Falcinelli con un gol al 34′. Icardi fallisce un rigore.

Il gol di Falcinelli (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il Sassuolo si difende quasi a testuggine con i due esterni alti (Berardi e Politano) che si compattano centralmente insieme al centravanti Falcinelli schermando i due mediani Valero e Gagliardini, mentre i due interni (Missiroli e Duncan) vanno a pressare i terzini nerazzurri. Nei primi minuti l’Inter attacca quasi esclusivamente a destra con Candreva che si trova spesso all’uno contro uno contro Peluso perchè Duncan dopo il primo pressing su Cancelo tende a rientrare centralmente e non sempre raddoppia. L’ala nerazzurra però non salta mai il terzino neroverde e tenta una serie di cross velleitari oppure ritarda anche il cross. Nella prima parte di gara si affrontano due squadre spente, quasi demotivate, che non vanno oltre il compitino, ma al 34′ la partita si accende quando a Politano vengono concessi 80 metri di corsa palla al piede senza nessuno contrasto con Brozovic e Miranda che lo “accompagnano” sul fondo, ma anche una squadra eccessivamente sbilanciata e messa male in campo, cross sul secondo palo all’altezza dell’area piccola che sorprende Handanovic e gli altri difensori e Falcinelli realizza di testa. Non c’è reazione dell’Inter, ma un’occasione per Berardi ammortizzata da Handanovic, Inter ora esposta ai contropiedi, poi Brozovic inventa una palla per Icardi che si fa anticipare da Acerbi.

Falcinelli esulta dopo il gol.

Nella ripresa l’Inter entra in campo con un piglio e un ritmo diversi, ma anche il Sassuolo si difende ora coi denti. La grande svolta potrebbe arrivare già al 48′ quando ancora una volta Duncan molla la presa su Cancelo dopo un primo pressing, il terzino nerazzurro arriva a crossare in area e Acerbi devia di mano, rigore netto, Icardi batte forte, ma non angolatissimo e Consigli indovina l’angolo buttandosi con il giusto anticipo e parando. L’Inter rispetto al primo tempo è più vivace, ma il gioco sempre uguale, cross dalla destra che i difensori di casa sanno sempre dove cadranno, o a mezz’altezza sul primo palo o alti sul secondo palo, questa seconda soluzione crea qualche affanno in più con i colpi di testa di Perisic, ma non di molto. E’ un predominio neroverde numerico e fisico in area con Acerbi che spadroneggia coadiuvato dai compagni di reparto e anche dai centrocampisti, mentre da parte nerazzurra spesso ci sono solo Icardi e Perisic a ricevere i cross, senza inserimenti da dietro dei centrocampisti. Sui corner invece avanza Skriniar, ma questa volta viene “studiato” e neutralizzato. L’Inter non sfrutta mai la trequarti centrale e ora anche la fascia sinistra è abbandonata. Spalletti ad inizio ripresa ha inserito Eder al posto di Brozovic, ma l’italo brasiliano, invece di stare vicino a Icardi girovaga per il campo. Nel finale esce Miranda per Joao Mario con Gagliardini che va a fare il difensore centrale, Eder non inquadra la porta e Joao Mario si addormenta in area. Seconda sconfitta consecutiva e natale amaro.

SASSUOLO-INTER 1-0

SASSUOLO: 47 Consigli; 21 Lirola, 24 Goldaniga, 15 Acerbi, 13 Peluso; 7 Missiroli, 4 Magnanelli 32 Duncan (95′ 28 Cannavaro); 25 Berardi (63′ 90 Ragusa), 11 Falcinelli, 16 Politano (83′ 6 Mazzitelli). In panchina: 77 Pegolo, 23 Gazzola, 26 Rogerio, 6 Mazzitelli, 22 Frattesi, 17 Pierini, 14 Scamacca, 10 Matri.  Allenatore: Iachini.

INTER: 1 Handanovic; 7 Joao Cancelo, 37 Skriniar, 25 Miranda (80′ 10 Joao Mario), 33 D’Ambrosio (77′ 29 Dalbert); 5 Gagliardini, 20 Borja Valero; 87 Candreva, 77 Brozovic (46′ 23 Eder), 44 Perisic; 9 Icardi. In panchina: 27 Padelli, 46 Berni, 13 Ranocchia, 21 Santon, 55 Nagatomo, 17 Karamoh, 99 Pinamonti. Allenatore: Spalletti.

Arbitro: Doveri. Assistenti: Marrazzo – Peretti. Quarto uomo: Pasqua. Var: Mazzoleni, assistente Meli.

Note
Espulsi: Iachini (all. Sassuolo) al 55′ per proteste.
Ammoniti: Brozovic (I), Magnanelli (S), Cancelo (I)
Corner: 1-9
Recupero: 1°T 1′, 2°T 6′.

Tags: