A lezione da Mazzarri

Mazzarri daje

“Forse abbiamo sentito la responsabilità di dover sempre vincere, soprattutto i ragazzi giovani.”

“Io non a caso ho fatto giocare fino a ieri Taider perchè se vuoi giocare con 3 centrocampisti offensivi devi anche mettere in conto questo. Queste sono verifiche. Ho tentato il tutto per tutto nei minuti finali. In questo momento non ci gira bene perchè se avesse fatto quel gol Cambiasso. Oggi se voi avete notato c’era Kovacic al posto di Taider, eravamo un po’ sbilanciati dal punto di vista del gioco offensivo.”

Già, i ragazzi giovani, non può essere che quello, non si spiega altrimenti questa serie di pareggi. Io l’avevo detto a Thohir, cosa vuole capirne quello che vuole fare una squadra con talenti giovani. Ma ora glielo spiego io: Quando giochi con così tanti giovani è facile che succeda, quando schieri Jesus, Kovacic e.. e.. beh tutti gli altri avevano dai 25 anni in su, però insomma avete visto la presenza di Kovacic come ha squilibrato la squadra, a parte il primo gol preso a difesa schierata, senza nessun centrocampista che andasse a contrastare, il secondo su papera di Handanovic, si beh poi sul terzo Zanetti va a chiudere in ritardo, Cambiasso si fa anticipare, però insomma è Kovacic con la sua presenza, con la sua arroganza di fare quelle giocate leziose invece di fare un semplice passaggio all’indietro come fa chi ha una certa esperienza, che ha scombussolato tutto. E comunque non venite a pretendere da me, l’anno scorso siete arrivati noni, i retaggi del passato, l’anno zero, se arriviamo ottavi dovete solo ringraziarmi, sempre che capiate qualcosa di calcio.

 

1 thought on “A lezione da Mazzarri

Lascia un commento